I miei Video clips furlans

Loading...

2 feb 2008

Il sant dirít


Rivant ae stazion di Waterloo di Londre, o vevi dome di cjapâ a diestre lant di fûr, pó, a lâ fin tal angul, cjapâ a diestre e cjaminâ par vincj minûts e là, o varès cjatât a diestre o a ciampe la Circle road o la Circle line, o no sai plui. Lu vevi vidût sù Google maps. O vevi parfin vidût il tet de cjase. Le strade no ere chê ma le ai cjatade distès dopo trê oris. La mê biele mi veve racomandât: - No sta a vê pôre di domandâ ae int ch'a tu stâs mancul a rivâ indulà ch'a tu âs di rivâ e, come simpri, o i vevi dite di sí ma o vevi fat il gîr dal mont prime di rindimi cont che invesit di cjapâ a diestre o vevi di cjapâ a ciampe e che, dutcâs, la Circle a no ere ni road ni line parcé che une a é chê ch'a fâs il gîr di Londre parsôre e chê âltre chê ch'a fâl il gîr sot tiare cul tube che, cheste vôlte a nol ere il you dai videoclips, ma il gno metró par tornâ al pont di partince. Mi staiso daûr? OK.
Insome, o soi lât a cirî une Police station. Une siore inglêse nêre, gjentilissime a voleve savê d'indulà ch'o vignivi cul gno acent platât daûr dal comonwealth e o ai scuignût dîal che normalmenti, cul treno TGV, da Bruxelles a Londre a si veve di meti dôs oris ma, a partî de Mànie dal tunnel, si, insome a Calais, i binaris inglês a no permetevin di lâ a tresinte a l'ore ma dome in cuarte invesit de cuinte.
A no veve capît le sciore bobby e nancje jó no ai capît il parcé ch'a no podeve dîmi se le persone ch'o cirivi a fos regjistrade tar chel district o no ma o ai capît che le privacy inglês al cji permet di stâ indulà ch'a tu ûls zence diclarâlu al comun e duncje, par jê, cul gno acent, o no vignivi da Bruxelles, o no someavi par nuje a Hercule Poirot di Agata Christie e no podevi sei cussí mone di crodi che chel foreigner ch'o cirivi a stàs indulà ch'o vevi crodût di viodi il tet sù Google.
Insome, ancje jó o ai la mê privacy e no i ai dite il parcé ch'o vignivi e o ai cjatât che circle strade dopo vê traviersât un prât taront invesit di fâ il gîr come ch'a mi veve dite jê. O vevi girât avonde.
Il pub al si cjatave dongje de glêsie e o vevi sen di pissâ. Sul puarton de glêsie un prêdi vistît ancjemó ae vecje cun tune tonie nêre e un colet ront inamidât al mi cjalave sospetôs cun tun pac di broshures in te man. Di sigûr che lui al crodeve ch'o no mi sarès fermât par entrâ ma o sarès lât dret.
In fat, par fâi dispiet, o sarès invesit lât drenti parcé che so cjapi a sinistre cuant ch'o ai di cjapâ a diestre, o podarès benon fâ il contrari cuant ch'o ai di lâ dret; Logic no?
Ma o vevi une di chês sens di pissâ ch'o sarès stât bon di domandaî di confesâmi par lâ a pissâ tal so confesionâl. Ma confesino i anglicans? O sintivi i cjants ch'a vignivin fûr de glêsie e o m'imagjinavi che forsit i fedêi di vuê a son chei che jâr a lavin a copâ cun Ricardo Cûr di leon,. Insome chei che Bush al và a copâ vuê ma o no vevi coragjo di fâ mateçs ne il timp par fâmi le domande e cussí, enfre le vite e le muart, un tantum ergo e un sacramentum, le puarte de church e chê dal pub o soi lât dret disint un I'm coming back tant che il prêdi al mi sivilave vie un dai soi depliants di rimprovero cun le time table e cualchi estrat de bibie. Le entrade dal pub a ere tal coridôr. So lavi dret o lavi jù pes scjalis tai cessos e so lavi a cjampe o entravi tal pub. Miôr di cussí si mûr. Ancje pai distrats come me.
Ma i vêris de puarte trasparints mi an tradît cuant ch'o passavi devant e o ai scuignût sberghelâ ancje a chel dal bar un 'm coming back caz d'un boy... e lâ jù di corse zence pensâ di controlâ se cheste vôlte o no mi sbaliavi di strade o d'intenzion o di puarte... Uf! Gentlemen. Le puarte juste.
Ahhh. Ce plasê. Cjale il cîl, cjale une mule, nûl une rôse o palpe une tete, fâs dut ce ch'a tu ûls e mangje, bêf, fâs l'amôr ma cuant ch'al é ore al é ore e un plasê un plasê e di sere o di buinore a tu lu gjolds di cûr.
Lant fûr o varès scuignût lâ a bevi une bire tal pub parsôre di me e ancje s'al ere plui adore pe bire che par lâ a messe o lu varès fat. Par educazion. Guai a lâ a pissâ prime de bire in Inghiltere. Dopo de bire tant ch'a tu âs voe ma mai prime. E puedin dî ch'a tu sês un di chei ch'a vadin a fâ il plen di une bande e a disvueidâ di chê âltre e po sule puarte dal cesso al ere scrit Gentlemen e jó, ancje se in situazion precarie, o mi sintivi zà plui nobil che sul continent.
Enfre le man dal depliant e le man dal pindulant, o no savevi indulà meti i vôi e par finî o ai let le publicitât di chei fenôi che li drenti a vegnin a fâsi benedî forsit dal prêdi de glêsie lí dongje e ch'a scrivin sui mûrs...
No, ce disio, i prêdis anglicans a si maridin, a no an bisugne di lâ pai cessos dai pubs e... Toc toc toc. -Porco... Bielzà? Un al tocave ae mê puarte e al cirive di entrâ.
-Buzy. O dîs zence masse poiâ. S'al fos in Italie, magari a tu scuens dîlu a âlte vôs trê vôltis prime di mandâ il rompiscjatulis sul ostie stant al fat ch'a no tu puedis mandâlu tal puest indulà ch'a tu sês zà tu. Ma achi e capissin subite che il to dirit al é il to dirit.
Cussí o ai podût continuâ a fâ valê il gno sant dirit prime di dîus : I'm coming back.
...Soon:-)

Arrivando alla stazione Waterloo di Londra, bastava solo prendere a destra uscendo e poi fino all'angolo e ancora a destra, camminare per 20 minuti e là avrei trovato a destra o a sinistra, non mi ricodo più, la Circle road o la circle line. L'avevo visto sù Google Maps perfino col numero di casa ed il tetto. La strada non era giusta ma l'ho trovata tre ore dopo.
La mia bella me l'aveva raccomandato: -Non aver paura di chiedere ai passanti se vuoi arrivare prima. Io avevo detto di sí, come sempre, ma avevo fatto il giro del mondo prima di rendermi conto che avevo di sicuro preso a sinistra invece di destra e che la Circle non era né la road né la line perché una fà il giro di Londra sopra e l'altra fa il giro di Londra sotto terra col tube, che per l'occasione non era il you dei videoclips ma il metro che ho preso per ritornare al punto di partenza. Mi seguite? OK.
Insomma, sono andato a una Police station e là una signora negra molto gentile voleva sapere da dove venivo col mio accento nascosto dietro il comonwhealth ed ho dovuto dirglielo che normalmente con l'Eurostar da Bruxelles a Londra dovresti metterci due ore ma, a partire dalla manica, insomma da Calais, i binari inglesi non permettevano al treno francese di fare i suoi 300km orari ma di andare solo in quarta invece di quinta. Non aveva capito, comunque neanche io non avevo capito il perché non poteva dirmi se sí o nó la persona che cercavo era registrata nel suo district ma ho capito che la privacy inglese permette di abitare dove si vuole senza essere registrati e del resto non ci sono i nomi degli abitanti nei campanelli delle porte di entrata.
Dunque, lei, per via del mio accento, non credeva affatto che io venissi da Bruxelles, perché non assomigliavo per niente ad Hercule poirot di Agata Christie e non potevo essere sicuro che il foreigner che cercavo stasse veramente a quel indirizzo. Insomma, anch'io ho il diritto alla stessa privacy e non gli ho detto il perché ero a Londra. Uscendo, invece di fare il giro attorno di un grande prato circolare l'ho attraversato in sbiego per non fare come mi aveva consigliato la bobby e mi son trovato nella Circle strada dove dovevo andare.
Il pub si trovava vicino alla church e dovevo andar in bagno. Sulla porta della chiesa, un prete vestito all'anziana con la tonaca nera ed il colletto bianco mi guardava sospettoso arrivare verso lui. Di sicuro pensava che sarei andato diritto senza fermarmi. Ed infatti, par fargli dispetto, sarei invece entrato in chiesa perché se uno come me prende a sinistra invece di destra potrebbe benissimo entrare in chiesa invece di andar diritto. Logico no? Ma dovevo assolutamente andare in bagno. Al punto che sarei stato capace di chiedergli di confessarmi per poi far una pisciatina salvatrice nel confessionale. Ma gli anglicani confessano? Sentivo i canti dei fedeli uscire dalla porta aperta e mi chiedevo se i fedeli di oggi fossero gli stessi che andavao ad ammazzare la gente con Riccardo cuor di Leone laggiù dove il Bush li ammazza oggi ma non avevo il coraggio di farmi la domanda più di cosí né di far scherzi nel confessionale e cosí, fra la vita e la morte, un tantum ergo e un sacramentum e la porta della chiesa e quella del pub sono andato diritto dicendogli I'm coming back mentre lui prontissimo m'infilava in mano uno dei suoi depliants di rimprovero con la time table e cualche estratto di bibbia.
L'entrata del pub era nel corridoio a sinistra mentre se andavo diritto andavo giù per le scale ai WC. Meglio di cosí si muore, sopratutto per i distratti come me. Ma i vetri trasparenti della porta del pub mi tradirono, vigliacchi, mentre passavo davanti ed ho dovuto gridar via a quello del bar un I'm coming back caz d'un boy e giù di corsa senza pensare se facevo uno sbaglio di pronuncia,
d'intenzione, di strada o di porta. Uf. Gentlemen. La porta giusta. Dentro. Fuori. Ahhh. Che piacere. Guarda il cielo, guarda una ragazza, guarda un fiore, senti il suo odore, palpa una tetta, fai quello che vuoi, mangia bevi, fai l'amore ma quando é l'ora é l'ora ed un piacere é un piacere ed era ora di goderlo.Uf.
Uscendo, avrei dovuto andar a bere almeno una birra al pub di sopra anche se era troppo presto per la birra e non per la messa. Cosí, per educazione. In Inghilterra non puoi andare in bagno prima della birra. Guai. Solo dopo. Potrebbero dirti che tu vai a far il pieno da una parte e il vuoto dall'altra eppoi cosa c'era scritto sulla porta del gabinetto? Gentlemen. Ed io, anche se in situazione precaria mi sentivo già più nobile.
Tra la mano con il depliant e la mano col coso, non sapevo dove mettere gli occhi e beninteso ho letto tuti gli annunci pubblicitari dei gay che li dentro forse vengono a farsi benedire dai preti della chiesa vicina. Ma che dico? I preti anglicani sono sposati e non vanno di certo a zonzo per i cessi dei pub e ...
Toc toc toc... -Porco... Già qualcuno alla porta? Infatti uno cercava di entrare.
-Buzy, dissi come se fosse naturale. In Italia naturalmente se succedesse dovrei gridare almeno trè volte prima di mandarlo in chiesa a dire un'ave poiché non potevo mandarlo dove c'ero io.Invece qua, capiscono subito. Il tuo diritto é il tuo diritto. Ed é cosí che dopo il mio santo diritto
posso dirvi da qua: I'm coming back.
Soon

8 commenti:

Jaio ha detto...

Torno appena posso per raccontare il resto:-) Buon WE a tutte e a tutti.

Anonimo ha detto...

:-)))
Torna presto!
C.

Anonimo ha detto...

ma lo sai che ero riusciata a capirla anche senza traduzione...?
è una bella lingua, sono gli accenti che ancora non riesco a 'modulare'...
:-)
a presto
capucine

adrenalid ha detto...

ih ihih Jaio, tu mi fascis murì di ridi...robes che i vedi di freati il puest tal cesso ehehehe
beh, cjale, par une che come me a è simpri ator par cessos tu podis dome imagjna trop che a mi è plasut chistu post!
murì dal ridi!!!
bon fin setemane a te!
mandi mandi
giulia

Furlans de diaspore ha detto...

E je vere, se tu ses citadin ancje chi in Americhe no son i afârs di nissun comun o aministrazion dula' che tu vivis. No esist anagrafe o regjistrio residents. Pal guviar merecan baste co fasedi le dichiarazion dai redits une volte al an , ma che o sedi un resident dal Maryland o o su cualchi isolute tal mieç dal Ocean Pacific no i interesse a nissun.

E le Americhe e a tantis isulis tal Pacific le che mi plasarês la a sta' :-)

Jaio ha detto...

Gjulie, sperin di no fâti pissâ tes mudandis:-)

Jaio ha detto...

Capucine: Quando c'é l'accento circonflesso basta fare come se ci fossero due vocali. Gli altri accenti contano poco. Se ho tempo faró un corso di pronucia per i suoni cj e gj che sarebbero dei suoni che vengono dall'ungherese e che si trovano a mezza strada tra il chi e il ci e il ghi e il gi (Questo secondo assomiglierebbe al gl di gigliola ma che comunque puoi leggere come ci o gi.

Jaio ha detto...

Furlan, dai ch'o ven ancje jó