I miei Video clips furlans

Loading...

15 mar 2008

L'âgo di Ludario / L'acqua di Ludaria

Disint le peraule arigato ae âghe (Graziis in gjaponês) le âghe nus dà chest cristal.
Dicendo la parola arigato (Grazie in giapponese) ecco cosa risponde l'acqua tramite una goccia gelata e letta col microscopio

Invesit, sa si le insulte disint ch'a é idiote, viodêt achi ce ch'al sucêt!
Invece ecco cosa risulta con la parola "idiota"

E cole ai 14 di Març la "Zornade mondiâl da l’aghe" al dîs www.friul.net.
Ma o volarès cjacarâ di alcâltri par chiste ocasion. Vêso sintût cjacarâ di Masaru Emoto ? Un gjaponês ch'al a vût le idee di analizâ i cristai de âghe cul microscopi convint che le âghe a é plui vivent di ce ch'al si pense. Infat, so lais su internet o cjatarês dutis lis informazion. A si varès di invidâlu in Friûl chest japonês par viodi se propite le âghe di Ludario aé plui buine cuant ch'a si le cjante che cuant ch'a si le lasse cori.
Ce vuelial dî? Po ben, o viodarês che Emoto, us mostre cun lis fotos che l'âghe aé plui biele e plui siore cuant ch'a é tratade ben che cuant ch'a é tratade mâl. Ma veramenti, eh?
Al é 40 ains ch'a si sà che lis vacjis e dan plui lat cun le musiche classiche duncje parcé no le âghe?
Po ben, ancje le âghe, sa tu i dîs rôbis gjentîls e tu i mest musiche classiche a gambie in ben e un grum di vôltis ancje di gust. Pensait che in tun lâc dal Gjapon, dopo che une alghe canadês a veve stade butade drenti, a si ere talmenti svilupade che dut il lâc al ere infestât tant e si mâl chei pèsc a eri sparîts e che lis autoritâts, par evitâ i odôrs nauseabonts ai abitants dongje, a scuignivin tirâ vie ogni ant plui di mil toneladis di verdure. Emoto, cun cualchi centenâr di volontaris al si ere alore mitût ator dal lâc a preâlu di finîle di fâ porcarîs (insome a dî grazie âghe, o cji ami âghe, robis gjentîls...:-) e l'ant dopo, invesit di mil toneladis e an tirât fûr dome cent toneladis!!!
No îsal chest un esempli straordenari? Mi soi prometût di tradusi il CD fat da Emoto parcé che il sogjet al é interessantissim ch'al puès interessâ ducj i furlans e al puedarès dâ une pocade a interessâsi al furlan come ae âghe a chei che ancjemó a no lu fasin.
Un âltri esempli ch'o ai provât jó stès al é di viodi trop che le âghe a gambie di gust secont il recipient ch'o doprais par bevile. Esempli: Cjapait cualchi tace di vêri colorât ( Un blu, un ros, un vert, ecc.) e iemplaitju di âghe di robinet o dei âghe di butilie. Lassaile drenti amancul un'ore e po zerçait. O viodarês che di un colôr a chel âltri, le âghe a no a plui il stes gust.
Cumó, so sês in front di un spiêli daitsi une cjalade e diseitsi ch'o sês fats di 60% di âghe e che se lâghe in gjenerâl aé cussí sensibil, cuissà vuâltris trop ch'o podês sei sensibils ae vuestre âghe... Vêso capît?
Da doman, stait atents a cemût ch'o esponês le vuestre âghe. Miôr rôbis gjentîls e dôlcis che gnervôsis, agressîvis. Nue gjornale radio so sês daûr a mangjâ né rôbis ch'o no savês controlâ
Le armonie a varès di rivâ stant atents ae âghe ch'a si a in se. Chê ch'a si trai e chê ch'a si bêf aé impuartant come chê ch'a si ten. L'inquinament a nol é dome il tubo di scaric, al é ancje cê ch'al ientre pes vôrêlis, pai vôi, pe bocje, pal nâs, pe piel e pe bocje ch'al influece il nestri cernêli. Il nestri cuarp al é cussí complicât che cuant ch'a si cjape une maladie a no si sà di indulà ch'a ven, tant al vâl stâ atents cemût ch'a si trate le âghe dal cuarp.
La giornata mondiale dell'acqua cadeva ieri il 14 marzo dice l'articolo su www.friul.net

Colgo l'occasione per parlare di Masaru Emoto, un giapponese che ha avuto l'idea di analizzare l'acqua, prima e dopo averla esposta alle vibrazioni sonore di una parolaccia o di una complimento, di una imprecazione o di una preghiera, di una musica classica o a un hard rock ed ha trovato che la differenza c'é, eccome!
Se non si sà ancora come questo succeda , si vede subito come il cristallo sia più ampio e più armonioso dopo qualche dolce parola o un brano di musica classica. In fondo, sapevamo già da più di 40 anni che le mucche danno più latte con la musica classica e molti allevatori sanno che se si canta e si accarezza una mucca, lei darà più facilmente il suo latte.
Ma un'esperienza straordinaria é da citare: In un lago giapponese, forse più caldo che un lago alpino , era stato gettato un'alga canadese che in qualche anno, aveva fatto morire tutta la fauna e scomodava gli abitanti con dei vapori nauseabondi. Le autorità comunali prelevavano più di mille tonellate di queste alghe ogni anno ma Emoto, con qualche centinaio di volontari decise di tentare un'esperienza e per qualche giorno, una catena di gente sui bordi del lago pregava l'acqua di tornare come prima. Ebbene, l'anno dopo, solo un centinaio di tonnellate...
La capacità dell'acqua di memorizzare l'informazione sembra sia straordinaria. In fondo, i suoni non son altro che delle vibrazioni e poiché, si sa, nella nostra voce c'é il riflesso delle nostre emozioni, a partire dal momento che si saprà leggere nell'acqua molte cose diventeranno possibili. Per il momento, l'acqua sembra mostrarci delle cose che non sappiamo capire. Sapendo peró che il nostro corpo é costituito al 60% d'acqua, da domani si dovrebbe stare attenti a come la trattiamo. Meglio esporla alle gentili vibrazioni di una parola dolce che a un rumore aggressivo o spiacevole. Sopratutto, niente giornale radio durante un pasto.
Chissà, forse un giorno, cambieremo le abitudini. Invece di dirci buongiorno ci daremo un complimento diretto all'acqua che é in noi, un pó come in quelle tribù dell'Amazonia dove per salutarsi si palpano il sesso. Massaru Emoto é convinto che già cambiando il nome del mar morto si potrebbe farlo rivivere.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

... però, a l'aghe da le fonte Pudia di Arte, classificade come "acqua minerale solfato-calcico-magnesiaco-solfurea, incolore, limpida, dall'odore di uova fradice e dal sapore amarognolo", a sarà dure a fai cambià odor e savor ...
Done Bete

Anonimo ha detto...

Arigato!:-)
Buon inizio settimana Jaio
Chapucine