I miei Video clips furlans

Loading...

10 mag 2008

Chel ch'a nol olse nuje a nol a nuje



A son vincj agns ch'o dopri il gno balcon come cjarte da visite. Une dí il gnûf sindic al mi à mandât le polizie par fâmi gjavâ dut par vie de leç urbanistiche. Cualchi setemane dopo al é muart. No lu ai copât jó, ma d'in chê dí, dopo vê otignût le permission par un ant par vie di une mostre, nissun a nol mi à plui dite nuje. Sul boulevard, i abitants cuant che spiêghin par telefono indulà ch'a stan a disin: ics cjasis plui in jù o plui in sù dal balcon, o ben de bande dal balcon.
Dut al a scomençât une dí ch'o vevi tai pîs le sculture di un cjâf di 1m50 in vetroresine ch'o no savevi indulà meti e alore o ai decidût di picjâle di fûr e le ai lassade sù fin quant ch'a ere cussí sporcje, ch'o ai scuignût meti alcaltri. Pôc a pôc, o ai vidût ch'al in d'ere simpri cualchidun ch'al si fermave a tirâ une foto e alore o cambiavi. Un dí un sior di Londre al mi clame al telefono e al mi dîs ch'al veve le copie dal Toronto Star mandât da so pâri in Canada cun le foto de mê cjase sot dai vôi e ch'al ere gjornalist e...Al mi a fat un articul di dôs pagjinis te so riviste di publicitât e vetrinistiche. M'impensi che lis cjasis di publicitât a fasevin scomessis enfre di lôr par viodi cui ch'al indovinave il timp che lis autoritâts a mi varessin concedût prime di fâmi gjavâ dut. Po ben, e an ducj pierdût. O sai, o soi privilegjât. Nissun al mi a dât le permission ma ducj e tolerin parcé che l'idee a é origjinâl, artistiche e cuissà ancjemó cê.Par ringraziâ alore o ai decidût di decorâ le cjase come mai nissun al olsarès fâ. Se une dí a devente un museo al ûl dî ch'o ai vût rason, senó, prime di lâ a stâ ator di un lâc o di un mâr o le vendarai come opare d'arte. Intant, so si impensais dal gno prin post o vevi di fâ alcaltri par comentâ le politiche atuâl e o cjatarês achi sot par talian alc di plui sù chest o ben par savent di plui su le vite dal balcon lait achi.
Chi non rischia non rosica
Dopo quasi un'anno, il governo belga si trova praticamente nello stesso punto. Al nord i fiamminghi e al sud i valloni. Nel mezzo gli abitanti di Bruxelles. Di che dividere la mela in tre. Ho riassunto la situazione di questo ménage à trois con un'immagine. Una messa in scena fatta di sculture. Il balcone che dà sul boulevard ( guarda anche il mio primo post e poi qua)
La mela é il Belgio che ognuno vorrebbe mordere a modo suo. Fidandomi alla mia intuizione e sopratutto perché uso il balcone da vent'anni come carta da visita, dovevo mettere qualcosa di nuovo ma vi lascio indovinare le interpretazioni che ne possono scaturire sapendo che in francese ci sono un sacco d'espressioni sulla mela e per esempio:
1Croquer la pomme (Mordere la mela)
2C'est bien fait pour ta pomme (Ti sta bene per quello che hai fatto)
3Tomber dans les pomees (Svenire)
4La pomme de discorde (Il soggetto sul quale ci si bisticcia)
5 Grand come trois pommes (Piccolo)
5Prendre quelqu'un pour une pomme (Prendere qualcuno per fesso)
6 La pomme d'Adam (La corotide, ma anche per dire qualcosa che non si sa deglutire)
7 La pomme de G. Tell (Entrata nel parlare quotidiano per dire che non s'é sbagliato di mela)
8 Ma pomme (La mia faccia)
9 Se sucer la pomme ( per dire baciarsi con insistenza tra partners)
Con le diecimila macchine che passano davanti ogni giorno succede che i giornali e la TV mandino i giornalisti a prendere foto e film e talvolta a chiedermi da dove venga il mio senso patriottico e forse sono un pó delusi quando scoprono che non sono né belga né patriota ma solo io.

Nessun commento: