I miei Video clips furlans

Loading...

25 giu 2008

Cídulis


Cidulis Russis
A vôltis o mi dîs ch'a si varès di fâ in mût che, tant ch'a si é brâvs, al si varès di vê il dirit di vivi e le cidule russe di vuê o le dedèi a di chel chirugo ch'al é muart a Moscje a l'etât di 104 agns.Ce vevial di ecezionâl? In Italie o vin centenârs di centenâris, no? Si, ma spès a no si sà ce ch'an fat in te lôr lungje vite. Forsit a no an fat nuje di nuje. Dome cualchi gjoldude di tant in tant. Chest centenari invesit al a fat le ultime operazion a plui di cent agns. Une operazion che nissun a nol voleve fâ parcé che masse complicade. Al ere cognossût ancje pe sô gjentilece e le sô calme. A nol cridave mai ai soi assistents. Naturalmenti, se chest chirurgo di 104 agns al varès operât che femine russe di 104 agns ch'a veve une apendicite al varès stât un scûp. Ma chestis rôbis a rivin dome ogni 104 agns e so vin di spietâ ancjemó 104 agns par savê indulà ch'a si à di butâ i vôi e lis vorêlis prime di savê che la Rai a no à il monopolio de veretât, de realtât,dal savê, al é miôr scomençâ a preocupâsi subite di cê ch'al é util di savê e ce ch'al é util di ignorâ.
Cidule russe.
Una cidula, in friulano, sarebbe una specia di ciambella di legno infuocata che una volta, nei villaggi sopratutto carnici, si usava lanciare con un bastone dall'alto di una collina facendo una dedica. Più la cidula rotolava a lungo e più la dedica avrebbe avuto fortuna. Oggi, per estensione le cidule potrebbero essere i CD ma io invece le trasformo in post. Questo post é dunque la cidula russa d'oggi. Alle volte, mi dico che si dovrebbe far in modo che finché siamo bravi si dovrebbe avere il diritto di vivere. Cosa sarebbe questo piccolo diritto in confronto con i diritti alla casa, al lavoro, al parcheggio, al tiramisù, alla rai, alla pausa caffé, al diritto di sosta o al diritto di non far niente che diventerà presto chissà ancora quale diritto di aver diritto?
Dunque, un chirurgo russo, dopo aver fatto una sua ultima operazione é morto ieri all'età di 104 anni. Niente di speciale, direte. In effetti, una signora russa della stessa età s'é fatta operare dell'appendicite e con tutti i centenari che ci sono in Italia, chi se ne frega? Ma forse siamo abituati a credere che i centenari ci sono solo in Italia...Comunque, immaginate che il chirurgo di 104 abbia fatto l'operazione dell'appendicite alla signora di 104 e che nessuno dei due sia stato russo ma italiano; allora sí che la Rai ne avrebbe parlato e avrebbe lasciato da parte le immondizie di Napoli e sopratutto quelle di Roma e di Washington. Ma per me il fatto é differente. 104 anni di un chirurgo equivalgono ad almeno 75 anni di chirurgia. Chissà quante vite ha salvato e quante sofferenze ha alleviato. Cose che non succedono che ogni 104 anni. Ma perché si deve parlare solo quando uno é morto e non prima?

Nessun commento: