I miei Video clips furlans

Loading...

29 ago 2008

Gnovis e vecjis / Nuove e vecchie

 La maison du cygne a Bruxelles Frache su le foto par ingrandî



Savêso ce ch'al ûl dî: Fâ il Toni in tonie?, O fâ como un Toni in tonie?
Al volarès dî: Mostrâ ch'a si é plui cristians che il pape..Plui comunist che Bertinot, plui talian che Berluscon, insome: Plui Toni Beline che il Beline lui stès. Ma ancje tirâ fûr il Beline a ogni ocasion come par mostrâ che plui furlans di cussí a no si puès o tirâ fûr il furlanist come par mostrâ ch'a si é plui furlans di lui como ch'o soi daûr a fâ jó in chest moment par tirâ indenat chest blog:-) O le met subite tal glossari dal furlanâr. Cuissà che une dí a no siervissi a cualchidun?
Clicca la foto per ingrandire

Sapete cosa vuol dire: Fare il Tonio in tonaca?, Fare come un Tonio in tonaca?
E un'espressione che ho appena inventato leggendo i blog del giorno nella colonna di destra.
Vuol dire: Mostrare che si é più cristiani che il papa, più comunisti che Bertinotti, più italiano che Berlusconi, insomma più Bellina che Antonio Bellina lui stesso,ed anche tirarlo fuori ad ogni occasione come per mostrare che più friulani di cosí non si puó o tirar fuori il Furlanista per far vedere che si é più friulani di lui come faccio io in questo momento per portar avanti questo blog:-).
Questa invece non é mia:"Les absents ont toujours tort" gli assenti hanno sempre torto ma l'aggiungo. Puó sempre servire a qualcuno.
Storiute corelade?
Lenin par fâ propagande, al si ere fat fotografâ ch'al puartave un tronc d'arbul cun tun operari. In te foto a si viodeve benissim Lenin ma invesit chel âltri, un operari, al veve le mûse zirade. Muart Lenin, plui di mil di lôr e fintramai un ch'al stave in Siberie, e an pretindût, par vê cualchi privilegjo, di sei chel operari fotografât cun Lenin. Il plui fuart di ducj, al é stât un georgian che a pene rivât al podê, al a scomençât a balinâ ducj chei ch'a volevin essi plui comuniscj che lui., plui rùs di lui, plui leninist che 'l stès Lenin e forsit plui marxist che Karl Marx che come ducj a san, al à scrit lis sôs marxadis a Bruxelles a la Maison du Cygne indulà che jar sere o ai scrit chiste jaiade sul georgiàn: Stalin
°°° *
Storietta correlata?
Lenin, per la sua propaganda si era fatto fotografare con un tronco d'albero sulle spalle che portava insieme ad un operaio sconosciuto. Infatti si vedeva benissimo il viso di Lenin ma non quello dell'operaio che per caso girava la testa al fotografo. Morto Lenin, più di mille di loro e perfino uno che abitava in Siberia, pretesero di essere quell'operaio nella speranza di ottenere qualche privilegio. Il più forte di tutti é stato un georgiano che, preso il posto di Lenin, si mise ad eliminare tutti quelli che pretendevano di essere più comunisti di lui e cioé più russo dei russi, più leninista che Lenin stesso e forse anche più marxista che Marx che tutti sanno, scrisse le sue marxate a Bruxelles nella Maison du cygne da dove ho scritto questa jaiata ieri sera sul georgiano Stalin:-)

Nessun commento: