I miei Video clips furlans

Loading...

27 set 2008

Patti chiari e...



O ai fat un pat cui ragns i rains e i rais. Jó ju lâssi fâ sù le lôr telarine enfre i ramazs des plantis. ch'a son dongje dai balcons in cambio lôr a fermin dutis lis moscjis e i moscjins ch'a vuelin entrâ in cjamare o te cusine. Il modus vivendi, sa nol é un biel agreement al é simpri util par lôr e par me. Oramai o puès lassâ i balcons vierts. Semai une moscje o un moscjin al passe le frontiêre o le cjapi jó e o voi a puartâle a un dai rains. Va ben, cualchi vôlte a son cussí masse passûts che so ai copât le moscje dal dut lôr a no ur interesse plui e o scuen mangjâle jó:-) Daspó o scuen stâ atent che cul frêt ch'al scomence a fâ a no cjapin le corse par cori daûr aes moscjis e a vegnedin a fâmi lis telarins enfre lis gjambis tant ch'o duàr vie pe gnot:-)
Dutcâs al bisugne viodi cuant ch'a son plens di fan cemût ch'a corin subite a cjapâ le moscje par involuçâle cun doi trê zîrs te telarine par ch'a no riscji di scjampâ o ch'a no si movi masse tant ch'a tachin a ciuçâlê.
Il plasê di viodi un rai predatôr, ancje cussí piçul fa le fieste a une moscje al é di sigûr un plaserut di mone che vualtris forsit o no cognossês parcé ch'o sês abituâts cun Rai uno e Rai Vespa, Rai Mosca e Berlusca ma nissun a us impedís di stâ a cjalâ cemût che l' rai al suie e svuêide le so moscje in tune ore e so non vês avonde o cjapais il rain e o lu dais al vuestri canarin ch'a lu mangji cun tune becade, daspó da vêrs canàis tirâts sù cun Goldorak, o dais il canarin al gjat par ch'al zui come un mat par un'altre ore e, a pene ch'a lu varà mangjât o clamais il mastin de vissine par ch'al si gjoldi il gjat ch'al a simpri volût zerçâ e finalmenti o copais il cjan de vissine par vendicâ il gjat, il canarin, il rain e il moscjin e o lu puartais al ristorant cinês indulà ch'o no vês mai savût ce cjar ch'a us davin da mangjâ e cussí o fasês un pat cui cinês prime ch'a vedin chê di mangjâus ancje vuâltris nûts e crûts:-)
Infat, no si disial che i cinês a taule a mangjin di dut, mancul lis cjadreis e i pîts de taule? Daspó, cumó ch'a son daûr a fâ in Cine dut il made in Italy e il made dal rest dal mont, e an l'apetit simpri plui grant e al é mîor di doprâ le diplomazie e fâ un pat di non beligerance. Hé, patti chiari e...Tant che dure!
°°° *
Ho fatto un patto coi ragni. Li lascio vivere in pace tra i rami delle piante che sono sul terrazzo e loro mi bloccano tutte le mosche e le zanzare che avrebbero voglia di oltrepassare il confine per entrare dalla finestra in camera o in cucina. Il modus vivendi, anzi l'agreement, il patto funziona. Devo solo far attenzione che col freddo che sta arrivando i ragni rimangano di fuori con le loro mosche e non vengano a farmi le loro ragnatele tra le gambe mentre dormo. Anzi, per farmi ben capire, se una mosca entra in casa, la prendo subito e la porto ai ragni. E vero che qualche volta i ragni sono dei mangia pane a ufo e se porto loro una mosca che non si muove più, loro non la vogliono e me la devo mangiare io.
Peró, bisogna vedere lo spettacolo di un ragnaccio che corre verso la sua preda e in men che non si dica, te l'imprigiona girandola nella ragnatela prima di incominciare a svuotarla viva. Forse questo piccolo piacere d'ingenuo voi non lo conoscete perché siete forse abituati alle emozioni Rai Uno, Rai Vespa, Rai Mosca e Berlusca ma nessuno vi impedisce di provare.
Poi, se l'emozione col ragno non vi basta, date il ragno al vostro canarino e il canarino al vostro gatto che poi offrirete finalmente al mastino della vicina in modo da poter ammazzare il cane per vendicare il gatto, il canarino, il ragno e portare il cane a quel ristorante cinese dove non avete mai saputo che carne avete mangiato per la comunione di vostra figlia. Là poi fate un patto di non belligeranza...Prima che ai cinesi non venga voglia di mangiarvi voi poiché da quando fanno in Cina tutto il made in Italy e il made nel resto del mondo hanno l'appetito sempre più grande.

Nessun commento: