I miei Video clips furlans

Loading...

13 gen 2009

Un cjargniel a Parigji / Un carnico a Parigi

Tes grandis sitâts al sucêt simpri alc. Baste vierzi i vôi ma cualchi vôlte a nol covente vierzi nancje chei. Ce îse une grande sitât? Par une grant part dai talians al sarà forsit Rome o Milan e il rest dal mont a nol cognós. Il nestri mût di pensâ al é spès influenzât cul puèst indulà ch'o sin nassûts e cul puèst indulà ch'a si vîf. Une vôlte pal cjargniel ch'al rivave a Udin al jere dut un aveniment. Oh ce biel cjistjel a Udin, ch'al diseve; ma pai udinês le rôbe plui strambe al jere il cjargnel stès ch'al lave ator zence tabac e cun le pipe in te sachete.

Ma i timps a son cambiâts, cumó il cjargniel al và a Parigji in viaç scuelâr e se il so cjacarâ al é stramp tes grandis sitâts nissun al fâs câs e nissun a i vegnarès tal cjâf di dedeâi une vilote. Daspó invesit di  ridi di lôr parcé ch'a son zence tabac magari a ridin parcé ch'a van ancjemó a platâsi par fâsi un spinel.

 . . . / ..

Nelle grandi città succede sempre qualcosa. Basta aprire gli occhi ma qualche volta non occorre neanche aprirli. Che cos'é una grande città? Per la maggior parte degli italiani, forse sarà Roma o Milano perché il resto del mondo non conosce. Il nostro modo di pensare dipende spesso dal posto dove siamo nati e dal posto dove si vive.

Ai vecchi tempi, per un carnico che scendeva a Udine, era tutta un'avventura. Oh ce Biel cjiscjel a Udin, diceva (Oh chel bel castello che c'é a Udine) ma per gli udinesi l'avvenimento era il carnico stesso che andava in giro senza tabacco e con la pipa in tasca.

Ma i tempi sono cambiati. Adesso anche il carnico, fin da giovane incomincia a viaggiare e se ne và a Parigi in viaggio scolare. Là se parla il francese con l'accento carnico, nessuno lo nota e a nessuno verrebbe in mente di dedicargli una villotta. E poi, invece di ridere di loro perché non hanno tabacco, magari ridono perché si vanno ancora a nascondere per farsi uno spinello.

Nessun commento: