I miei Video clips furlans

Loading...

21 mag 2009

O ce biel cjistiel a Udin

Lis gnovis peraulis
O ce biel o ce biel cjistiel a Udin (x2)
O ce biel cjistiel a Udin o ce biel di lâ lassù (x2)
E lâ sù a lâ sù cun tune pueme (x2)
E lâ sù cun tune pueme ti ven voe di fâ l'amôr (x2)
Se lâ sù, sù pe ribe a ti cji strache (x2)
Andé chê agute frescje 'te fontane cuintri il mûr (x2)


Cjistiel = Castello=Castel=Chateau=Zamek=Kasteel



Chê âltre dí, pe presentazion dal so libri, Dario Zampa al veve cjapât le ghitare e al veve intonât La casetta in Canadà che se no mi sbali nus ven dai agns 50. Le cjante cun altris cjantis par talian par un libri in furlan a no mi ere lade jù ben, soredut che o ai viodût un controlôr di sussidis che al jere lí par viodi cemût che a lave le serade. Alore, o met in circulazion chiste gnove version dal cjistiel. Cuissà che forsit il Zampa a no i vegni voe di adotâle ancje lui pal so prossim libri?
Cence gambiâ le melodie, o ai cjapât le prime strofe e le ai fate finî cence sbrissâ vie sù le zoventût come in te version cjantade. Chest,  par podê continuâ a stâ sul cjisciel zence lâ ator pal Friûl di bant o cjacarâ di cjargniei. In font, o ai rispietât le tradizion ch'a ere chê di cjapâ une melodie popolâr e zontâ altris peraulis a secont dal puèst o dal gust di chei ch'a vevin voe di cjantâ.
 Par me, le melodie a é masse romantiche par no doprâle fint insomp cun peraulis ch'a restin sul sogjet. Naturalmenti, so vês chê di zontâ le vuestre, no stait a vê pôre di fâlu.

Le villotte, sono tipiche canzoni friulane di autori sconosciuti, che sono state tramandate da un villaggio all'altro (di vile in vile) e delle cuali si conosce spesso dei testi differenti per via del fatto che, spesso, la gente riteneva più facilmente la melodia e allora riinventava le parole secondo le occasioni o il piacere dell'autore. Arturo Zardini, le conosceva tutte ed é da lí che é nata la sua passione per la musica corale. Questa, del castello di Udine é forse la più conosciuta con La Ligrie (L'allegria) e L'âgo frescjo di Ludario (L'acqua fresca di Ludaria) Tutte e tre, hanno in comune dei testi che incominciano su un soggetto e se ne vanno poi a zonzo altrove. Questo é dovuto appunto alle differenti versioni che esistevano e che infine, sono state messe insieme per farne una sola versione, che é quella che ci rimane e che forse, non ha niente da vedere con la versione originale.
A quei tempi, uno intonava una strofa e tutti poi la ripetevano in coro, non come adesso che tutto é fatto per mettere in valore l'individualismo.
Due settimane fa, a Udine, Dario Zampa, che da trent'anni fà il menestrello su e giù per il Friuli, per la presentazione del suo libro Contis e Contadis, aveveva incominciato la serata con "La casetta in Canadà"... che non m'era andata giù molto bene perché m'aspettavo a una serata tutta friulana. Cosí, nel caso che per il prossimo libro gli mancasse qualcosa nel repertorio, potrebbe forse adottare invece le nuove parole del Cjistiel:-)

Dario Talpe al Feeling di Udin pe presentazion dal so libri Contis e Contadis.

Nessun commento: