I miei Video clips furlans

Loading...

05 ago 2009

Le rôse dal dí : Hibiscus Il fiore del giorno

Une rôse ch'a dure dome une dí. A si viôt che l'botul che jar al si jere preparât, vuê as 5 di buinore al à l'aiar di volê viergisi. Alore a si spiete ch'al rivi su di lui il prin sorêli. So vês le pazience di spietâ o lu viodarês viergisi pas a pas, senó lait a fâ culizion o magari tornait viers lis dîs pal café. 
So vês le furtune di mangjâ di fûr tal zardin o sule terace, il mangjâ us somearà plui bon e savurît so podês pojâ i vôi su lis rôsis ancje se nos son ibiscos. Chest flôr al dure dome une dí. Le sere, al colâ dal sorêli al si torne a sierâ e l'indoman al colarà par tiare par lassâ il puest a un'âltri, che, se il timp lu permet, al sarà aí par meraveâus ancjemó une vôlte. Se il timp al si sfrêde e se i gjavais il sorêli, il bocul al cole prime di vierzisi. So vês chê di fâ come lis mulis di Haway e infilâ un flôr tai cjavei, a nol durarà plui che un confenon (Papavar)

A Cipro, le siepi lungo le autostrade sono spesso arricchite da questi fiori e da quando li ho scoperti sono diventati i miei preferiti. Da noi, se ne vedono poco forse perché il tempo é meno clemente. Infatti, vive meglio al sole e sopporta male il gelo, anche sul terrazzo. Comunque, se fate attenzione, almeno per qualche anno riuscirete a tenerlo inpiedi. Ti dà i fiori con parsimonia ma nei giorni più belli dell'estate, sarà sempre lí, generoso, con un nuovo fiore sui 12cm di corolla.Se volete fare l'avaiana e infilarvene uno tra i capelli, non durerà più che un papavero. Questo l'ho salvato passando in un ufficio statale. Volevano buttarlo via perché i boccioli cadevano prima di aprirsi. Non sapevano neanche il nome. Allora lo annaffiavano ogni giorno come se fosse un salice e per forza lui piangeva i suoi boccioli. Manderó le foto a quell'impiegata che non ci credeva per niente sul futuro di questa pianta.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

mandi Jaio :-)
lo sai a me dove mettevano i petali dei fiori in vacanza...?
lungo i contorni del letto, incorniciandolo.
(usanza araba);-)
Chap

Jaio Furlanâr ha detto...

Che arabeschi!