I miei Video clips furlans

Loading...

8 set 2009

Cui îsal ? Chi é ?



Cognosseviso chest pitôr-scultôr?
Raymond Mason al é un inglês ch'al à fat cariere in France. Al é ricognossibil subite parcé che prime di piturâ al prepare il font in bas-riliêf. O podês viodi achi le sô evoluzion in cuarante agns (dal 45 al 97). Lis fotos a vegnin da un libri ch'o ai comprât e ch'o volevi condividi parce che o cjati il so lavôr un grum interessant.

Conoscevate questo pittore-scultore?
Raymond Mason é un pittore inglese che ha fatto carriera in Francia. E subito riconoscibile perché prima di dipingere prepara il fondo con un basso rilievo. Ho messo assieme le foto di un libro che ho comperato per mostrarvi la sua evoluzione dal 45 al 1997, nonche,farvelo scoprire se non lo conoscete.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

graziis Jaio, ce bielis oparis! Satu, a jere le me insegnante di disen di seconde medie ca ni veve insegnat le tecniche dal formà i bassoriliefs cu la plastiline, dopo cul ges di prese a si fasere il negativ che, dopo velu spalmat di savon, si iemplave par ricreà il positif. Saran rubutis par fruts ma a mi è vegnut tal cjaf chest.
Done Bete

Jaio Furlanâr ha detto...

Le tecniche a é simpri chê ancje pai artiscj. Dome che cumó, a si dopre ancje âltris materiâi come le vitroresine o il silicon par vê ancje i detais che cul gès a no vignaressin.Se une dí che il to om al ûl di fâ une scjampade da chestis bandis, vignît à stâ da nô, che cussí o cji mostri:-)
Mandi Done Bete

Anonimo ha detto...

Notevole!
un gusto particolare, nei toni, nelle forme, nel colore...
Grazie per questa rivelazione interessante.
A presto
Capucine

Anonimo ha detto...

Graziis, Jaio
a mi plasares ancje capì la tecniche dai calcs in ges cun tancju clauduts. Ains fa jeri stade a viodi la gipsoteche dal Canova a Possagno.
Done Bete

Jaio Furlanâr ha detto...

Che tecniche cui clauduts a no si fâs plui che pe ceramiche parcé che il gès al é assorbent e al và ben par tirâ fûr il model.A saressin i stamps fats in plui tocs par podê vierzi e tirâ fûr il model. Ma par chei âltris câs, a si dopre il silicon (ch'al é elastic) tignût in tun âltri stamp fat di vitroresine.
Mandi o torni a vôre.

Anonimo ha detto...

Bundì Jaio
Graziis e buine zornade

Done Bete

exanba ha detto...

Notevole l'amico.
Se vai ad Illegio a vedere gli Apocrifi , nella prima sala trovi il meglio della mostra.
Ovviamente a mio parere.
Ci sono una decina di presepi in alto e basso rilievo , dipinti.
D'area Germanica e Fiamminga o perlomeno mi sembravano tali.
Le guide non le ascolto e non conosco l'Alta Epoca.
Comunque cose molto belle , che fanno pensare a quanto gusto avevano quegli artigiani.

Mi è successo che mi abbiano commissionato uno strano lavoro.
Mi furono consegnate appunto delle lastre in resina , poi argentate Mecca e ben patinate , che rappresentavano le moschee di Mecca e Medina , in basso rilievo.
4OX60.
Gli feci i contenitori in legno , ossia dei cofani in radica che aprendosi facevano fuoriuscire la placca .
Un lavoraccio , nel senso di tanta manodopera .
Fu la prima volta che vidi un lavoro ben fatto in basso rilievo.
I modelli furono fatti da un certo Marcel Voinea , di Craiova.
L'ennesimo talento mancato.
Genio ad alta gradazione.
Sul lato inferiore sinistro un iscrizione , preceduta da due palme e due scimitarre incrociate e dice : Saudi Bin Ladin Group.
Feci circa 70 cofani.
Nel 2000.
Credo di sapere che funzione avessero.
Ti farò avere le foto.
Mandi.

Anonimo ha detto...

Per colui che é interessato, ecco alcune pitture in rilievo di Marcel:
https://www.google.es/search?q=marcel+voinea+basso+rilievo&espv=2&biw=1251&bih=864&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=D_CEVYmVGIG0UfLilIAF&ved=0CAYQ_AUoAQ#tbm=isch&tbs=rimg%3ACSUHJukVL1YoIjhS-kuELlNzeD9o26LsiqCZvG1REx1QDV_1ypBpykfiibpwweSkM8wPmIIbLLtS0ngzkyA7kzWooeCoSCVL6S4QuU3N4EYXHmiKlppTrKhIJP2jbouyKoJkRIHN2sg-3r5wqEgm8bVETHVANXxEIzobCcl_1tDSoSCfKkGnKR-KJuEamp5ZITXAsxKhIJnDB5KQzzA-YRz89ygXZvwQ8qEgkghssu1LSeDBFCZC_1ggBoEaSoSCeTIDuTNaih4EYXHmiKlppTr&q=marcel%20voinea%20