I miei Video clips furlans

Loading...

31 dic 2009

L'otâf plui bas de Americhe Paul Robeson L'ottavo più basso d'America













Une conte par finî il 2009?
Al jere clamât l'otâv plui bas de Americhe. Cu le so vôs, a nol podeve che vê un repertori origjinâl. O ben a i fasevin lis cjançons su misure o ben al cjoleve ce ch'al cjatave tal folclôr di ducj i paîs. Jenfri dutis, ancje  cjançons russis di chês ch'a cji spachin il cûr di tristece (Al cjacarave il rùs e il cinês).Ma prime di deventâ atôr  e cjantant, al jere cognossût come sportîf e come avocat vignût fûr de universitât Rutgers di NY. Tal 1958, Paul Robeson al jere stât invidât da Kruscev al Kremlin.Par vie che in Americhe, P. Robeson al jere considerât come comunist parcé ch'al cjapave le difêse dai nêris (A i vevin fintramai confiscât il passepuart par 9 agns par impedîlu di viazâ).Ma al à podût viazâ distès un biel pôc. Tal 38 dopo vê stât in Spagne a visitâ i antifranchiscj (Impensaitsi che Tina Modotti a jere cun lôr) Al voleve fâ un film sui nêris che a combatevin cun lôr, ma nissun nol à volût finanziâ il film e par finî al à scrit un libri.


A Moscje, par fâi compagnie in tun riceviment in so onôr, a i vevin mitût dongje di lui Ivan Perversev l'atôr plui cognossût de Russie che al jere ancje forsit l'unic ch'al podeve misurâsi cun lui al pont di viste de stature (1m92)
Ven a stâi che i doi, simpatizant, a no fasevin plui atenzion a chei âltris.
 Kruscev al jere vignût dôs vôltis par cjacarâ cun Paul Robeson ma Ivan, ch'al jere cjoc, al si jere tolet in bande par podê cjacarâ di bessôl cun Paul che a lu veve invidât in Americhe. Ae tiarce vôlte, cuant che Kruscev al é tornât par cjacarâ cun Paul, Ivan, a lu veve mandât in mone disint: idi nacui, ch'al sarès in rùs :và sul cazzo. Cussiché, tal cidinôr colât sui 300 invidâts, dôs vuardiis a son vignudis a puartâ vie l'Ivan. Il Paul alore al veve domandât indulà ch'al jere lât e Kruscev a i veve rispuindût ch'al jere stât clamât al telefono...
Par cualchi setemane, Ivan, a nol saveve plui s'al vès vût ancjemó lavôr come atôr o dome come manovâl in Siberie. Ma l'ere dal stalinism a jere finide e Kruscev, il gnûf capo, al voleve dimostrâlu e a no i à fat nuie e po al veve bisugne dal atôr pai films di propagande.Ma Ivan nol à mai podût lâ in Americhe:-)
Il film al date dal 1936. Scoltait chiste vôs. O no in vês mai sintude une cussí.Po, se o volês o lais su Youtube par sintî dutis chês âltris e in cinc e cuatri vot o rivais tal 2010. Buin ant e buine fortune!


Secondo i paesi e forse i geni che abbiamo, si ha la voce che si merita. Da noi, gli uomini sono tutti tenori o falsetti.I bassi o i barritoni sono rarissimi. Forse perché siamo abituati a parlare ad alta voce e a gridare per paura che l'altro gridi di più. In Russia, forse perché sono abituati a bisbigliare per non farsi sentire, c'é una grande profusione di voci basse.Le donne, si sa, sono molto sensibili con le orecchie e forse é per questo che un uomo che ci sà fare, sopratutto con le parole sussurrate all'orecchio, puó farsi perdonare molte cose. A Mosca, uscendo da una chiesa sentivo una donna polacca che diceva che i cori maschili dentro le chiese ortodosse, le dava voglia di far l'amore e che non sapeva come evitarlo perché, per farsi perdonare doveva andare a confessarsi e con ció, si trovava di nuovo in chiesa e questo le ridava voglia...
Questo per introdurvi Paul Robeson che già nel lontano 1936 (Chi di noi era mai nato nel 36?) era considerato l'ottavo più basso d'America.  Se volete avere un'idea di quanto possa essere basso, cercate di cantare con lui e forse sarete come me e cioé che dove per lui sono le note più alte, per me sono le più basse. Veramente triste da dirsi che ci si trova un'ottavo più in alto di lui ma mi consolo pensando a quei tenorini che si trovano un'ottavo più in alto di me e che hanno delle voci di signorine:-)
Con tutti i rap del caz con i quali ci nutriamo oggi, una voce cosí, a me mi ridà speranza, mi ripiena le viscere, mi fa pensare che i secoli passeranno ma che rimarrà per sempre qualcosa di fenomenale.P. Robeson,Prima di essere conosciuto come attore e cantante era conosciuto per i suoi meriti sportivi. Parlava una ventina di lingue tra le quali, il russo e il cinese.Durante il maccartismo fu accusato di essere anti americano e dunque comunista per aver detto: Perché i neri devono andare a combattere per gli USA, se nel loro paese non hanno gli stessi diritti? La sua carriera fu allora interrotta (passando da 100mila$ a 2000$ all'anno!) anche perché il governo americano gli confiscó il passaporto per 9 anni. in seguito a un intervento di Nixon. Quando riebbe il passaporto, fu invitato da Kruscev ad andare in Russia dove per via della sua lotta per i diritti dei neri (Era anche avvocato) i russi volevano utilizzarlo per la loro propaganda. Si racconta che al ricevimento al Cremlino, fu messo a sedere vicino all'attore più conosciuto dell'epoca Ivan Perversev che era l'unico ad essere grande come lui (1m92) I due simpatizzarono e si tirarono in parte per parlare tra loro. Per due volte, Kruscev venne per parlare con P. Robeson ma ogni volta l'attore, che era brillo, lo cacciava via. Alla terza volta gli disse perfino idi nacui e cioé lo mandó in quel paese nella maniera più volgare russa.A questo punto, nel  silenzio creato dall'incidente fra i 300 invitati, due guardie lo condussero fuori e Kruscev, spiegó a Robeson, che Ivan era stato chiamato al telefono...
Tutti si aspettavano che l'attore fosse inviato in Siberia ma invece, dopo una grande paura, riprese la sua carriera di attore fatto su misura per i film di propaganda. Ma no andó mai in America. Paul Robeson ha anche scritto un libro che potete farvi regalare per l'anno nuovo.
Buon anno pieno di nuove cose interessanti per tutti.


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Biel chel che tu contis. No furlans o vin piardût, cal è pôc, il bas Alfredo Mariotti, jo lu vevi ricuardât ta un post

http://donebete.splinder.com/tag/il+plui+grant+dulcamara

O ai il libri cun dediche da la so biografe, la scritore e cjantante liriche Raffaella Beano. Mariotti al veve rivât adore, prime da so muart, a revisionà dut ce cal jere stât scrit.
Se o rivi a ve une altre copie, jo ta le mandi.

Cualchi an fa, al Verdi di Triest, o ai sintût cjantà il bas Chester Patton, ancje lui un neri sui 2 mt, ta la part di Mephistofele tal Faust di Gounod ... crôt che dutis lis feminis, jo par prime, sedin restadis incantesemadis da la so aparizion. Une femenute vecjute e tremuline su lis gjambis le ai sintude a dì "... un toco de figon ..."

Bon principi, Jaio!

Jaio Furlanâr ha detto...

Chester Patton al somee ch'al sedi cognossût a traviers des interpretazions di Mefistofele tant che Mariotti par chês dal nonçul tae Tosca. Cence volê tirâ vie nuie dal lôr valôr o ai dât une cjalade tal lôr diapason, il Mariotti al rive fint tal LA#. Plui bas che il Chester ch'a i plâs di svulâ plui in âlt.
Invezit il Robeson al rive squâsit un otâf plui bas di ducj tal RE# ch'al sarès mieç ton plui bas che il MI de ghitare (Le note plui basse).Va a sintîlu cjantâ le cjançon irlandêse Dany Boy achi http://www.youtube.com/watch?v=RXScZ4TiSFM
Cuant ch'al scomence a si disarès le vôs di une vacje. Incredibil!
o ben in Lasciatemi morire http://www.youtube.com/watch?v=Aj5wYm8f-sE


Biele chê di chê triestine dal toco di figon. A mi à fat sclopâ da ridi. Cuissà ce ch'a varès dite dal Robeson:-)
Il to post sul Mariot al mi é scjampât. O vevi di sei da cualchi bande in chel moment.
O ai cjâtât il Mariotti e il Chester su You tube
.http://www.youtube.com/watch?v=nGz749zTZ_k


http://www.youtube.com/watch?v=h3vGx4pCX3k
Graziis pe to pensade sul libri
E bon principi.

Jaio Furlanâr ha detto...

Bienvenu à tous les visiteurs français et bonne année.
Welcome and happy new year to you all.