I miei Video clips furlans

Loading...

16 feb 2009

San Valentino a Udine e Tina Modotti

Tal Udin di vuê, le san Valentin a si sint dome in te radio e a si viôt dome in cualchi vetrine. Masse machinis, masse TV o masse internet?
Dutcâs, viodêt achi cemût ch'al ere Udin in vie Prachiuso (O vie san Valentin) cent ains indaûr pe fieste de san Valentin. Juste par dîus che al é propit aí ch'a é nassude
tal avost dal 1896 Tina Modotti. Le plui cognossude des artistis furlanis fûr dal Friûl. O dîs ben di fûr parcé che al é simpri plui di fûr che di drenti che un artist furlan al si fâs cognossi.
Sôre: Tina Modotti nel 1924 (Sopra) Sot: Via Prachiuso nel 1909 (Sotto)
Altro articolo su Tina Modotti


Nell'Udine d'oggi, la san Valentino si sente solo alla radio e si vede solo in qualche vetrina del centro. Troppe macchine,troppa TV o troppo internet?
In ogni caso guardate com'era Udine cento anni fa in via Prachiuso (O via san Valentino) il giorno della festa di San Valentino. Solo per dirvi che é proprio lí che Tina Modotti, la più grande artista friulana conosciuta all'estero é nata nell'agosto del 1896. Dico ben all'estero perché é sempre più sovente fuori che dentro che un artista friulano si farà conoscere.

14 feb 2009

Valentins dal dí dopo

Doi valentins (murôs) e an festegjât le san Valentin e a son lí ch'a si bussin sù le puarte di cjase. Lui al é furlan e jê a é polache. Come trê copiis sù dîs, a si son cjatâts sù internet. Al é da un piès che la Ewa e l'Aldo a son insiemit e cuissà, forsit pe prossime fieste i doi valentins a si maridaràn insiemit...A sperin dutcâs ch'a  maridaran insiemit ancje se cumò, cuant ch'a son sù internet a van ognun par lôr cont.
Lis primis peraulis che le polache e à imparât par furlan, ce djaul puedie jessi? Us lassi indovinâ...
Frice e mandi.  l'Aldo al mi à dite che ogni vôlte ch'a i faseve le domande in effe jê a i dave le rispueste in emme. Ma vuê, dopo tant timp, e àn convignût di un modus vivendi indulà che l'Aldo al é dut content di vê cjatât le buine maniêre di fâ e di dî. Finît le frice. Dismenteade. Soterade. Chiste peraulate a é masse volgâr. Masse impersonâl, masse comun, dissal.
 Comun? Apont, s'a é di ducj a no é di nissun. Cumó al sà che chê di Ewa a no si puès clamâ che  Evita e che chê di chês âltris fricis a son lis Mariutis par dutis lis Mariis, lis rosutis par dutis lis Rôsis, Lis Svualdutis pes Svualdis e vie, vie. Ma nol à dite a Ewa.
Dut aí? Ce îsal ch'al à imparât in polac?
Po ben, cumò al sà che il so Aldontko al ûl dî il so Alduti e che il tonin dal Toni o il bepin dal Bepi a puedin clamâsi ce che an voe, tant, une vôlte ch'al à presentât 
 il sô Alduti  ae  Evita (introduced in inglês) al sà simpri ce ch'a i reste da fâ e no i interssse nujâltri.
Se la Ewa a i dîs al telefonin che a i scote le Evite,  ch'a à fan,  ch'a i sbisie o ch'a i domande cemût ch'al và il so Alduti al sà subite ch'al é masse tart par fâ lis presentazions e al cor vie zence dâ spiegazions a di nissun. I amîs ch'a àn simpri crodût che le lenghe polache a é masse dificil da imparâ par cirî di capî a restin al bar. Ce drinkistu tu? Al domande un a chel âltri. 
Traduzione lunedi con un'altro computer.-)

13 feb 2009

Valentins e Valentinis/Valentine e Valentini

Pe san Valentin o scuignarês ben fâ cualchi zouc di canarin e canarine ae vuestre Valentine, nomo?
So sês como mè, i zoucs di peraulis us plasin ancje a vuâltris..
O ai duncje scuignût fâ chiste cjançon par celebrâ l'aveniment. Buine fieste ai valentins e lis valentinis.

Per la san Valentino, qualche giochetto fra canarino e canarina lo farete di sicuro con la vostra Valentina. Se siete come me, e che vi piace giocare,
capirete il perché ho aggiunto sto gioco di parole nella canzone ottimistica in sottofondo di questo video.Buona festa ai valentini e alle valentine.

09 feb 2009

Poesie Furlane / Poesia friulana

Poesie di Nedâl / Poesia di Natale in friulano a questo link

L'insium di Agne Lene. Il sogno di zia Lena

Us lassi in so companie . Vi lascio in sua compagnia.

Coments /Commenti
 Cui enfre i vêrs e i fâls le ae dite plui juste?
Chi, tra i veri e i falsi commenti l'ha detta più giusta?


Bruno Pizzul: Le plui biele cjançon furlane ch'o vedi sintût da cuant ch'o soi in pension.
Furio Honsel: Agne Lene? Le cjançon ch'a mi rilasse di plui da cuant ch'o soi deventât sindic di Udin.
Radio Carnia: Non accettiamo canzoni etniche ma questa non si puó lasciar da parte.
Radio Friuli  : Ce spietistu di presentâle al concors premi Friûl?
Anonim cjargniel:Cji prei no sta a presentâla al Premi friûl ch'a é massa biela par sei selezionada.
Renzo Tondo : Ancje s'al scrîf in furlan, nol puedarès scrivi cussí sa nol fos cjargnel.
Ricc.Illy          : Mi é sembrato capire che lei ama Trieste. A quando la versione in triestino?
Contecurte  : Ch'a sedi une vere o une false agne, agne Lene a continue d'ispirâ l'autôr.
Il Furlanist: Sa tu puedarès netâ fûr un tinin cualchi alc, a sarès une cjançon perfete. 
Cîl Glaçât   : A gno gust, no é dal gjenar ch'al mi plâs di plui, ma é biele d'istès.
Chistian      : Biele e vonde.
Ninine          : Vonde Biele.
Furlan         : Ma satu che scuâsit a mi plasarès? Si, si.
Eco di Udin : Cun tune cjançon cussi o cji perdoni se a ti no cji van i singars.
Napoletane : Aó, gualió, ma tu sei napoletà!
Capucine     : Ho sempre pensato che sotto la poesia c'é un filo che porta alla filosofia.
Strassoldo: Congratulazions:Peccato che non sono più presidente per decidere chi sussidiare.
Un parroco  :Bella come una grande ave Maria. Basterebbe cambiare le parole!
Quincy Jones: Hey, black ass hole, this is a real gospel song. Why you didn't ask me an arrangment before?
Anonimo     : Cagon. S'a no tu le âs copiade di cualchi bande a é une biele cjançon.
Udin Ultras : Eh, ma tu tu sês chel di Fuarce Udin. Fuart! ...Ma masse flap pal gno gust.
Glauco Venier:Si, tutto si trova nella melodia.Se ho tempo ne faró una versione a modo mio.
Daniele     : Io non parlo il friulano ma lo capisco bene e la tua canzone mi tocca davvero quà.
CG del Coro FVG : La ghe mandi al nostro maestro che la metemo nel nostro repertorio.
IlGazzettino: Peccato che la canzone sia in friulano, potrebbe sfondare in Italia.
IlMessaggero: Nuova canzone friulana? Appuntamento come ogni primo martedí del mese nella rubrica friulana del Messaggero.
Il Piccolo  : Peccato che non ci sia una versione in triestino.Sembra a Vola colomba bianca vola.
Fulvio Romanin  : Po ben cusin, chisto vôlto tu la âs azecado!
Sindic di Prât: Siamo fieri che questa canzone sia dedicata a Agna Lena che come tutti sanno é di Prato Carnico.
Celine Dion : Elle à la même douceur mélancolique que Wanderful Day de Louis Armstrong. J'adore!
Charles Aznavour: Finalement il y a qualqu'un pour prendre la relève en France avec des vraies chansons.Mais il faut une version française.
Paul McCartney: How nice if you could made this song in the sixties!
Julio Iglesias: Me gusta mucho esto romanticismo, peró me gustaria màs de cantar la cancion sin los coros.
Ewa Jaworowska: Czescz, Dlaczego nié zrobisz tan piasenka po polsku?
Mila Da Ronco: Finalmente una canzone romantica legata alla tradizione friulana. Speriamo che serva d'esempio a molti altri.
Un cu le maùte : Mi pâr di vê zà sintût chiste vilote da cualchi bande. Ise une dal Zampa?
Bruno Furlan: Eh demier ma a no tu cji misfer mai! Meda a mi ch'o le fâs in cêsfran.
Un politic anonim : Di ce bande votistu tu? Ten cun me ch'o tegnarai cun te.
Drumer Gandhi : A tu sarâs un bon melodist ma pe baterie a tu varès dovût telefonâmi.
I Musicologi : In principio credevo fosse uno scherzo perché tutti gli strumenti sono in midi. Un musicista:Dovresti trovare dei musicisti per fare una versione con veri strumenti. Perché non la dai a Aldo Rossi? 
Un musicologo: La tua composizione é ottima ma l'ideale sarebbe di farla cantare da Dario Zampa o Aldo Rossi con gli arrangiamenti di Glauco Venier e i cori del FVG.
Done Bete: M'impensi di cuant ch'o eri piçule. O vevi une agne ch'a  someave spacade ae tô.
Gjino : A somee a un toc di operete. Ma ancje il video a nol é mâl.

 Zia Lena (Traduz. Mara Clocchiatti)
Se il sole si alza al mattino
La sua luce arriva prima da lei
E se oggi é uscita presto
Le ha fatto i capelli bianchi ancora più belli

Oggi é la festa di Zia Lena
Lo si sente nel suono delle campane
e nel campanaro che si dà da fare
per farle suonare meglio

Prima che il sole asciughi la rugiada
Zia Lena si mette in ginocchi
E mentre taglia il radicchio accovacciata
C'é qualcuno che suona e bussa al portone

Qualcuno gli ha mandato una cartolina
E quello sciocco di postino l'ha baciata
Veramente...Lei se n'era ben dimenticata
Ma adesso sà cosa deve fare.

Coglie i più bei fiori, ne fa un mazzetto
E se ne và verso il cimitero
Per la sua festa lei celebra l'anniversario
Della sua gente, di suo marito, da qualche tempo

Anche se non torna per la merenda
Noi l'aspetteremo in casa fino a cena
Come fossimo rondini sotto il tetto
 Festeggeremo nostra zia Lena


La zia Lena esiste veramente. E quella zia remota che tutti hanno nel loro cuore. Qualche volta é la zia del vicino o la zia di una zia e non proprio la sorella dei propri genitori. Se poi lo fosse, si chiamerebbe zia anche per loro. Si diventa zia come si diventa madrina o padrino.
Spesso, é la stessa cosa. I padrini sono quelli che alla prima comunione ti offrono il tuo primo orologio e poi spariscono nel nulla mentre lei rimane zia per tutta la tua vita e perfino per i tuoi amici che non hanno mai avuto nessuna zia. Con lei, quello che ti dice tua madre lo capisci meglio. Anzi, incominci a capire anche quello che ti dicevano i nonni. Del resto, se tuo padre non ti dice niente é perché sà che te lo dice la zia. Lei parla solo in friulano carnico ma riesce a farsi capire anche se tu sei nato all'estero. Anche se tu diventi nonno o nonna, la zia rimane sempre quella e sarà per sempre La zia di tutti i friulani. Tu invecchi ma lei no.
Avrà qualche ruga in più e qualche acciacco ogni mattino ma sarà ancora lei che t'inviterà a ballare il giorno del tuo anniversario e del suo. Quel giorno, non lo mancare.

La mia zia Lena, é nata scrivendo questo blog. Non che l'abbia inventata, é una vera zia che c'era in mé e che ho trascurato per anni senza rendermi conto della sua presenza.
Per questo, per scusarmi con lei, non potevo far a meno di dedicarle anche una canzone.
Glielà faró ascoltare per il suo prossimo anniversario. E una canzone da cantare
 come si faceva una volta tra amici per condividere un momento di poesia, di emozione, di tenerezza senza altro bisogno che la propria voce che aggiunta a quella di tutti i cugini e amici riuniti per l'occasione, sarà di sicuro la più bella canzone per tutti i friulani per i quali tornare da Zia Lena é sinonimo di tornare a casa, tornare in Friuli.

Agne Lene

Se 'l soreli al si jeve di buinore
Al bat prime le sô lûs aí di jei
E se vuê a é vignude fûr adore
A i fat i cjavei blancs ancje plui biei

Vuê al é il dí de fieste d'agne Lene
E a si lu sint tal son da lis cjampanis
A si viôt che 'l cjampanâr si dà la pene
E cussí lis fâs sunâ plui bielis

 Prime che 'l sorêli al sùi le rosade
Agne Lene a si met in genoglons
Tant ch'a tae sù 'l lidric insgrufuiade
Andé un ch'al sune e tuche tal puarton


Andé chei che i àn mandât 'ne cartuline
E chel mone di puestin le à bussade
Veramenti si ere ben dismenteade
Ma cumó a sà ce ch'a à di fâ, di fâ...

A fâs sù 'n macèt di rôsis di chês bielis
E a s'invie al simiteri daurman
Pe so fiest jê a fâ l'aniversari
De sô int, dal so om, da cualchi ant

Ancje se jê no ven dongje pe marinde
Nô le spietarín aí fin sôrecene
Come ch'a si fòs sisilis sot de linde
O festegjarin nestr'agne Lene.

Altris contis / Altri racconti su Agne Lene


06 feb 2009

Mazeppa

O eri invidât a l'opera di Anversa pe repetizion gjenerâl di Mazeppa. Capolavôr di Tsjaikowsky. Al é simpri un grant plasê di cjatâsi enfre int di grande educazion e di grande umanitât. O voi, ogni vôlte ch'al reste un puest grasie a un  un violinist argjentin, amîc de famee, ch'al nus invide. In cambio, durant le pause i vôi a contâ ce ch'al sucêt sul palco tant che lui indulà ch'al sune a nol sà viodi nuje.Daspó, a si và ducj a cene ma jar o ai invidât jó dute le compagnie. No ch'al mi plasi mangjâ cuissà cê le sere ma par stâ in buine companíe, o starès ancje zence mangjâ.
Repetitie Mazeppa / Mazeppa rehearsal from PR Vlaamse Opera on Vimeo.
Ero invitato all'opera di Anversa per la repetizione generale di Mazeppa. Capolavoro di Tsjaikowsky.Da buon italiano, sono sempre stato convinto che l'opera sia un'arte esclusivamente italiana e per fortuna, almeno lí, non siamo i peggiori, ma per poter apprezzare tutto bisogna vedere tutto. Vi metto un video clip perché é meglio che mille parole. L'inglese parlato qua, é parlato da non anglofoni e perció dovreste capire tutto.Comunque quello che non capirete con gli orecchi, lo capirete di sicuro con gli occhi. In quanto al russo cantato sia dai veri russi che dai finti, fate come gli stranieri che ascoltano l'italiano: Fate finta:-)


05 feb 2009

Prezzi aerei

Vado a New York il 16. Prenoto on line.Voglio un volo diretto. Tra le  numerose compagnie, comparo.Quasi tutti ti offrono un volo diretto all'andata ma se non stai attento ti mettono  il ritorno con fermata in un'altra capitale.Cerco di cambiare il ritorno. Certe compagnie sono meno care se ti lasci "scalare"qualche ora da qualche parte. L'alitalia ti offre cosí un ritorno in 17 ore. Ma se a Roma o Milano come al solito c'é uno sciopero, le 17 ore diventano il doppio. Meglio dunque lasciare che raddoppiare.
Finalmente trovo, oh dio, una andata e ritorno in diretta senza scalo per 161€ con la compagnie Brussels airlines.
Peró, oh merda, c'é un trucco. Aggiungono 248€ di tasse, 20€ di spese per dossier e dulcis in fundo: ancora 5€ per la transazione di pagamento.Ma quello che mi dà più fastidio é che dovró partire 3 giorni prima perché nel loro programma, anche se stai attento, se metti il 19 sei buttato sul 16.
Possibile che non ci sia modo di fare senza essere cosí commercialmente aggressivi o che l'unica alternativa sia quella di una compagnia di bandiera dove non sei mai sicuro di partire per via degli scioperi?
Certo che la concorrenza dovrebbe agire ma sembra che con la crisi certi riflessi non siano più quelli di prima. Prima, con l'Alitalia o qualsiasi altra compagnia di bandiera, per andare a Milano bisognava pagare sui 700€ e anche più. 
Arriva Ryanair ed i prezzi scendono a 40€ e anche meno.
Di che andar a far la spesa ogni sabato in una capitale differente.Ma adesso Anche Ryanair s'é presa il vizio di aggiungerti le tasse secondo un'idea che quel cazzo di Jacques Chirac ha fatto adottare in tutta Europa per poter salvaguardare airFrance.
Cosí, con l'idea che una tassa si deve pagare ti fanno il prezzo che vogliono.Che sia per eliminare i concorrenti? Comunque, la nuova linea Bruxelles-Trieste incomincerà solo in aprile invece di febbraio. Sorry per l'invito di ieri.

04 feb 2009

Romeo&Giulietta di Prokofief


Regâl de san Valentin par une copie o dôs.
Se pe san Valentin o vês chê di fâ une sorprêse ae vuestre metât
o vês di cjapâ l'aereo ducj intîrs aTreviso (Da ronchi dei legionari dome dal 1 di avrîl) e o rivais dôs oris dopo a 
Bruxelles-Charleroi.
 La, so no soi a spietâus jó al ûl dî ch'o ai veramenti un grum da fâ ma di sigûr
no avonde. Dutcâs, o no vês di preocupâsi dal albergo, o varês o un apartament o une cjamare di bant
lí di me. Ma so volês riservâ dôs placis pal Ballet Romeoé&Gjuliete di Prokofief o scuignîs fâlu di besôl par internet lant achi tal sito (In inglês o in francês). Distrigaisi,senó o scuignarês stâ zence.
La vite a é biele, no mo? Psst: Contatto via mail perché non sono presente sul blog.



Regalo della san Valentino per una coppia o due
Se per la san Valentino volete far una bella sorpresa alla vostra metà dovete far l'intero e riservare due biglietti su Ryanair partendo da Bergamo o Treviso. Direzione Bruxelles Charleroi. Là, solo in caso di forza maggiore non saró ad aspettarvi. Per l'alloggio avrete un appartamentino o una camera indipendenti e gratis all'ultimo piano del mio laboratorio.Se per far bella figura portate la vostra metà a vedere Romeo e Giulietta di Prokofief il balletto di Mosca
 sarà a Bruxelles il sabato 14 e dovete subito riservare qua (Sito in francese o inglese).Muovetevi. Io l'ho già fatto.
La vita é bella, vero o no?

02 feb 2009

Le fife dai papes : La fifa dei papi

Se un arbitro al scualificas Qualgliarella, po un'âltri a lu ricualificarès o disarês di sigûr che la Fifa no é plui ce ch'a ere, no? Il biel al sarès che un tierç arbitro al larès sù e a lu squalificarès une seconde vôlte e la Fife a varès finît di fâ pôre.A pierdarès dute le sô credibilitât.

Stesse rôbe cui papes:

Cui îsal ch'al si é sbaliât? Il cardinâl Lefèvre ? Il pape polac di prin o il pape todesc di cumó?

Cui îsal chel ch'o vin di crodi? Dutcâs, sa nus an imparât che il pape a nol si sbalie mai un dai doi al si é mitût distès un dêt di cualchi bande. Cumó, a pene che il Ratzinger al mûr al sarès biel s'al làs sù pape il cardinâl Lefêvre e alore a é le fin de glêsie come ch'a sérès la fin de autoritât de Fife. Sbigule?



Se un'arbitro squalificasse Del Piero e che poi un'altro lo riqualificasse direste di sicuro che la Fifa non é più quella che era, no? Il bello sarebbe che se un terzo arbitro verrebbe fuori per risqualificarlo  la Fifa finirebbe di far paura. Perderebbe tutta la sua credibilità.

Stessa cosa per i papi:

Chi si é sbagliato? Il cardinale francese , il papa polacco o il tedesco di adesso? In ogni modo, se ci avevano insegnato che il papa non si sbaglia mai uno dei due s'é messo lo stesso un dito nell'occhio. Adesso, appena Ratzinger morirà, sarebbe bello se il nuovo papa eletto fosse appunto il cardinale Lefevre e sarebbe veramente la fine della chiesa come la fine dell'autorità della Fifa. Paura?