I miei Video clips furlans

Loading...

31 lug 2009

Emilio Nardini poete furlan

Un poete dal 900 che forsit a si dismentee. Chest libri di 200 pagjinis, lu ai cjatât te librerie dongje dal Feeling par 39 euros.
Va ben, al é cjâr ma o no ai cjatât nujâltri su Nardini. O savês di sigûr che cualchidune des sôs poesiis a son stadis mitudis in musiche par A. Zardini (Lis Stelis) o Adrian Blasich (Plan planchin) e GB Marzuttin (Larin Lontan) ma ce che no savês al é che cualchidun al é daûr a meti in musiche altris poesiis di Nardini. Lis peraulis a son plui bielis cuant ch'a deventin musicâls. Dutcâs, lis fotos cjatadis tal libri us mostrin il personagjo cui soi amîs a valin le pene. Dut un'âltri mont. In chê vôlte a si scuignive par lâ a tor, amancul vê une baguline e un cjapiel. I cjargniei ch'a vignivin jù de cjargnie cu le pipe in te sachete e cence un fregul di tabac, forsit no jerin compagns. Doman so ai timp une cerce des sôs creazions.

Domani, se ho tempo, la traduzione e un'assaggino delle poesie di questo artista friulano.

28 lug 2009

L'udin di íar / L'Udine di ieri


From Udine
Palma il Zovin: La dedizion di Udin a Vignesie (Frament)
O ai taiât vie Sant Ermacore, San Marc, le madone e ducj i agnui par lassâ dome chiste vidude di Udin piturade cun estro da Jacum Palme dite il Zovint tal 1596 in tun cuâdri intitulât: La dedizion di Udin a Vignêsie.A si cjate te galerie de piture al Cjistiel di Udin. Nue fotos al mi diseve il vuardian e al mi vignive daûr come la mê ombrene. Ma le ai fate distès:-) 

Ho tolto il san Ermacora, il san Marco, la madonna e tutti gli angioletti per lasciare solo lo scorcio sulla piazza Cantarena (Oggi piazza Libertà). La pittura é di Giacomo Palma del 1596. Il titolo: La dedizione di Udine a Venezia. Si trova nella galleria d'arte del castello di Udine.
-Niente foto. Mi disse il guardiano che mi seguiva come la mia ombra. Ma l'ho fatta lo stesso.

24 lug 2009

Le blave, il labirint e le madone di Mortean

Cui no cognossial le fame de blave di Mortean? Cui no cognossial le blave doc ch'a siervís par fâ le miôr farine di polente ch'a sedi sul marcjât? Va ben, o disarês che aromai, ducj i purcits, lis vacjis, lis piôris e i poleçs dal mont a son nudrîts di blave e ch'o no volês fâ ni cocodês, ni bês, par no someâ masse a un prossùt ambulant.
Nó, no stait a dî nuje, o vês reson, al é simpi miôr tasê par nuje che cjacarâ di bant ma, cognosseviso il labirint di blave di Mortean? 
L'idee tirade fûr dîs agns indaûr par promovi le blave, a grope il comun e i agricoltôrs e a tire ogni ant sui 30 mil turiscj  di ogni etât e a fâs lavorâ une cincuantine di personis dute l'istât.
Le idee, a jere nassude tal cjâf di un agricoltôr locâl ch'al si diviertive da agns a scrivi messagjos tal so cjamp pai passegjirs dai avions ch'a passin par aí par vie dal aeropuart di Ronchi dei Legionari.
Al bastave dome tajâ un labirint in tun cjamp di blave. Ma ce lavôr! Ce organisazion! 
Ogni ant, il labirint al é tajât in tune âltre maniêre e lis atrazions pai fruts e pai parints a son simpri difarentis.Lait a viodi i numars dai atôrs e dai saltinbancs ch'a lavorin lí 7 oris in dí ancje sot de ploe e siet dîs sù siet.
 Daspó, so no si sês pierdûts, tornant fûr, une disine di specialiscj in gastronomie locâl us fasin svintulâ il tacuin pal ajar fintramai che a sedi colât fûr l'ûltin centêsin.
Ma o sarês contents, no stait a vê pôre, e ancje lôr:-)
Pó cumó o savês cemût che Mortean, dal paîs plui cognossût dal Friûl pe so blave, al é deventât il paîs plui cognossût dal mont pal so labirint tajât te blave.
Ma no é finide: Chest an, cun 4 a 5 corieris di turiscj in dí, a si dîs bielzà che le blave di Mortean a tire plui int che le madone di Cjascjelmont. Biel pront, il plevan don Gjoldenzi, al pense di fâ sù une capele votive tal mieç dal labirint e forsit pal ant ch'al ven, daspó le blave di Mortean e il labirint di Mortean, o varin ancje le madone di Mortean! 
Il proprietari dal cjamp, un Bepi plui comunist e plui furlan che il Peppon di Guareschi al veve subite alçât le creste ma finalmentri al à finît par ameti che vendi osties al puedarès sei plui lucratîf che vendi blave. Un so concurint, pront a cjapâ le corse ae reunion de pro loco e de pro blave al si é esclamât invesit subite a alte vôs disint: Eh, lait sul osti so no fasin ancje chês al sarès pecjât mortâl! E forsit bielzà in Avost, i turiscj a puedaran cjatâ lis Ostiis di Mortean fatis di farine di blave doc! 
Imagjinait intant  i pelegrinagjos pal ant ch'al ven!
Imagjinait che le madone di Madjugorie a vegni ancje jê a fâ une aparizion privade e che invesit di gotis di sanc a si meti a vaii gotis di sorc...
Osco boe, imagjinait, imagjinait cê ch'o vês voe ma lâ a fâ il labirint disint il rosari o fâ il labirint cjaminant sui zenôi magari denantdaûr, chel, fantats, o no lu varessis mai imagjinât.Diseitlu!
Ma a son rôbis ch'a puedin sucedi ancje tai paîs plui docs e se di achi a l'an ch'al ven,  no le varês immo capide, chiste storie, vere di jar o vere di doman, disêit che vuê o us e ai contade jó:-)




A Mortegliano, per promuovere la polenta fatta con il granoturco locale, dopo i ristoranti e l'albergo Blave di Mortean (Mais di Mortegliano), si era pensato di intagliare un labirinto in un campo di mais. L'idea era uscita fuori dopo che un agricoltore locale ormai conosciuto nel mondo intero si era divertito a scrivere nel suo campo dei messaggi per i passeggeri del vicino aeroporto di Ronchi dei Legionari. Cosicché, dopo gli accordi tra il comune e gli agricoltori, la pro loco e la pro blave, da dieci anni, il labirinto é diventato un'attrazione turistica che attira più gente che la madonna di Castelmonte
La concorrenza tra le sagre e i pellegrinaggi estivi essendo spietata, il parroco di Mortegliano ha proposto ora di costruire una cappella votiva nel bel mezzo del labirinto e sebbene il proprietario del campo, un Bepi ancor più friulano e comunista che un Peppone guareschiano avesse alzato la cresta, ha finito per ammettere che, vendere ostie potrebbe essere molto più redditizio ancora che vendere mais e cosí il biglietto di entrata sarà portato a 10€ invece di 8! Ma già si sà che uno dei produttori di farina locali, presenterà delle false ostie fatte di farina di granoturco doc.
 Cosicché, dopo la polenta di Mortegliano e il Labirinto di Mortegliano, avremo anche la madonna di Mortegliano. Immaginate che nel bel mezzo della follia, la madonna di Madjugorie in visita privata si metta a piangere lacrime di mais...Immaginate quante corriere bisognerà ospitare in più delle 5 a sei corriere di turisti di oggi per non impedire i pellegrini che vorrebbero fare il labirinto recitando il rosario camminando in marcia indietro sui ginocchi?

22 lug 2009

Colp di vôli al DOF / Colpo d'occhio al DOF


Alore o soi rivât adore a ordenâ il dof.No ch'al sêdi stât tant dificil, ansit, facilissim.
O soi lât achi o ai fat un mail e lôr no mi an nancje rispuindût... 
Ma daspó dôs setemanis il puestin al mi cjalave di strani viodint le mê mûse
meraveade tal ricevi il Dof ch'o ai vierzût subite par dâ il gno colp di vôli.
Po ben, se no lu vês ancjemó nó, o vês tuart. Ce sono 14€? Nuje. Massime che il lavôr otignût al é ecelent.
- Achi, nuje letaris piçulis e vecjis come tal Pirona.
- Achi, a no tu riscjis di pierdi le pagjine tant ch'a tu rispuindis al bigofonín. 
- Achi nue segnos forescj come tal Nazzi.
Al é scrit clâr e net nêri su blanc che plui blanc a no si puès.Le cuviertine plastificade a é util parcé che si plee juste chel tant ch'al cji ûl cuant che par sfueâ un toc al ti cjape il tic.
 Osti, no rivi mai adore a stâ cence une rime:-)
Dutcâs il colp di vôli al vâl simpi le pene.

Colpo d'occhio al DOF. Il nuovo dizionario friulano-italiano e italiano-friulano.
L'ho ricevuto per via postale dopo aver mandato una mail qua.
Si sfoglia con facilità perché la copertina non é rigida e si legge anche senza occhiali perché i caratteri sono di buona statura e veramente neri su carta veramente bianca.
Non l'ho ancora pagato perché il responsabile é in vacanza. Complimenti ad Alessandro Carrozzo per il lavoro di benedettino e per il risultato di grande qualità.

2 lug 2009

Sarkozy in Friûl / Sarkozy in Friuli

Ce ch'o no vin avonde? Il patriotism! Cence sei siovíns come i francês o tabajâ mâl dai nestris pulitics, sa si fós un tininín plui furlans o talians, forsit a si starès miôr. Dutcâs a si puès simpi
fâ un insium...O un scherzo:-) frache chi sot par viodi.



Quello che non abbiamo abbastanza? Il patriottismo ! Senza voler essere sciovini come i francesi o parlar sempre male dei nostri politici, se fossimo un pó più italiani forse si starebbe meglio.
In ogni caso, si puó sempre sognare...O fare uno scherzo:-) Guarda il video.