I miei Video clips furlans

Loading...

21 gen 2010

D'aronco Raimondo

O eri daûr a informâmi par lâ in Turchie e o ai cjatât chiste residence de ambasiade taliane sul bort dal Bosforo. Chiste cjasute di campagne a varès cumó di sei a puèst
daspó agns di abandon. A si clame Villa Tarabaya e a é stade fate da Raimondo D'aronco tal 1906.
O ai podût visitâ le cjase ch'al veve fat sù tal 1911 par so fradi Quinto  in viâl Duodo che cumó a é stade vendude. A si viôt zà che in Friûl al à scuignût meti da bande le so fantasie par vie ch'al varès tirât masse critichis dai soi confradis gjelosissims de sô fame. Forsit ancje par chest, nissun discendent furlan (A part so fie Rita ch'a à fat un tic di mode e ilustrazion) al à cjapât le stesse strade e il fi di so fradi al veve une oficine di produzion di telârs fats di ciment daûr de vile e al veve di sigûr mancul gust pe art. I soi nevôts,  Mila, Maila e Tita che a an vendût le cjase, no sai ce che e son deventâts, a part la Maila che ducj a cognossin tal mont des lenghis gjermanichis.





Cercavo informazioni sulla Turchia ed ho trovato questa villa Tarabaya fatta come residenza di campagna per l'ambasciatore italiano.. Dopo molti anni di abbandono, tre anni fa é stato deciso di ristaurarla. Se passo da quelle parti, vi faró vedere i risultati. E l'architetto friulano Raimondo D'Aronco (che ha fatto il municipio di Udine)che l'aveva costruita nel 1906,
Da domani, sono a Parigi per 4 giorni...Aspettando di andare in Turchia. Mandi

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Io invece , questa sera , me ne vado al bar e vediamo se quello che deve nascere nascerà.
Costo 1 euro il caffè.
2 euro e 70 la grappa al mirtillo.
Trasferta di 8 chilometri , pari 2 euro di benzina.
Attrezzi del mestiere usa e getta , 2 euro , salvo complicazioni o reiterazioni.
Preventivo di circa 15 euro massimi per una serata del cazzo , in tutti i sensi.
Sandro.

exanba ha detto...

E stasera si replica.
Dicono che il Leone , la notte , nella savana , quando il cielo è blu lapislazzulo esce a caccia e trova una preda ogni sette cacce .
Meno una.

Jaio Furlanâr ha detto...

Sarei stato a vedere Le Roi Lion al teatro Folies Bergeres per darti coraggio nel cacciare ma lo spettacolo é finito. Adesso c'é Zorro con i Gipsy King spettacolo ispirato dal libro di...Isabel Allende.
Finalmente, quando hai troppo a portata di fucile, cambi idea e prendi di mira un'altra preda e stassera saró all'Opera Garnier perché ho trovato che i due ultimi posti nell'orchestra erano troppo
unici per non prenderli subito. OK, 163€ l'uno ma si vive solo una volta. Cercheró di non arrivare all'ultimo quarto d'ora come ho fatto alla Fenice l'Anno scorso!
Ieri dopo aver visto un cliente sono andato a far un giro per i negozi di Boulevard Hausmann. Al Printemps ho speso di sicuro sui due mila € per via che al piano degli stilisti (L'ultimo) con i saldi fino a 50% si trovava veramente delle belle cose.Oggi, lavoro, e cioé piacere perché sono al salone del Prêt-à-porter. Se posso torno da Lalla Chiffon per il caffé altrimenti mi lascieró assorbire dalla corrente e finiró dove finiró. Le foto ve le metteró durante la settimana quando saró di
ritorno perché nell'albergo la WIFI non é stabile ed ho troppe noie ad aver la linea.

exanba ha detto...

Dio mio come sei poco boheminne.
A Parigi non ci sono mai stato e , quasi di certo , mai ci andrò .
Sarei solo curioso di vedere le banlieue.
Sarei curioso di conoscere quella gente che credo abbiano ben piantato lo spirito di sopravvivenza e di rivincita.
E spero sempre che chi la rivincita l'ottiene , si ricordi da dove viene , cosa che non accade mai.
Sarò antico , ma il viaggio l'ho sempre concepito solo per lavoro .
I Veneziani ed i Cjargnei viaggiavano solo per lavoro.
Che senso ha andare a vedere lo Yemen o Sharm ?
Lo trovo di cattivo gusto farsi i cazzi degli altri.
Praticamente violenza gratuita.

Inquanto alle uscite del Leone , naturalmente scherzavo , salvo il fatto che mi piacciono le periferie e le puntate nei centri.
Trovo decisamente energetico confrontarmi con la parte più bassa della società , mentre , visti dalle vetrine dei ristoranti migliori , provo decisamente compassione per quella gente che agghindiata nei loro capi firmati , sulle seggiole di velluto , tentano di riappropiarsi di un po' di vita che da bravi zombi non sanno di aver perso.

Tranquillo che nn cambia niente.

Jaio Furlanâr ha detto...

La bohéme era già finita prima che Charles Aznavour ne faccia una bella canzone che puoi ascoltare qua http://www.youtube.com/watch?v=A314PVRSQIM&feature=related
Adesso a Saint Germain des près (Il quartiere degli artisti di prima) si vendono cucine Snaidero e se vai in un caffé per chiedere dove si trova il museo Delacroix, il caffé ti costa più di 3€ e non avrai l'informazione perché neanche non lo sanno che si trova lí a due passi. La banlieue si trova dove vuoi, coi barboni nel metro dove i cantanti ti fanno una serenata accompagnati dall'orchestra messa in scatola in un altoparlante portatile, al riparo di un portone dieci metri più in là del portone d'entrata dell'Operà e anche tra gli spettatori. Al teatro dell'Opera,infatti, fin dagli anni 60 non é più di moda di andarci in pelliccia ma in jeans. Seppoi, la tua vicina americana l'ha messa lo stesso é colpa sua ma, tanto,se ne và all'intervallo perché era lí solo per poter dire che c'é stata e per dimenticare i suoi guanti Rochàs appena comperati in modo che tu , lo giuri,che eri lí solo per Mozart, li prendi e li dai alla tua metà che giustamente aveva appena perso i suoi , comperati a NY L'anno prima e cosí ti rifai anche del berretto senza nome che ti proteggeva le orecchie e che ha dimenticato da qualche parte durante la giornata:-)

Jaio Furlanâr ha detto...

To jes nie ieden blog pornograficzne. Nie volno srobicz spam. Dowizegna.