I miei Video clips furlans

Loading...

18 giu 2010

Maridât ! / Sposato !

Taseit che mi soi maridât! No, par me nuie Papete e nuie Friscos cui aereos aes 3 di gnot come par Dree  achi ator. Par me, juste le gnot, parcé che di dí o soi masse ocupât.Fin cumó, ne jo ni jê, no cjatin nuie da dî su chest regjim. .Dutcâs,a  é ne frice simpatiche. Le ai cjatade tal gno jet come in tun sium. Tai siums dut al và simpri ben, alore dut al varès di lâ ben ancje cun jê. Nuie regulis, nuie religjon, nuie convenzions e galateos. A si fâs lis robis dome parce che a si à voe di fâlis e vonde. O vin dome une grande voie di cognossisi par vie che o si sin maridâts cence masse pensâ. Cemût? Mah, forsit, par vie de voie di sperimentâ chi ai simpri vût, o mi soi dite che maridâmi prime e cognossisi dopo a nol podeve sei piês.
Bisugnarà che i domandi cemût che al é sucedût.Fin cumó o sai dome che no vevi nissune sbigule di fâ une monade cuant che martis, si jere devant dal ufiziâl civîl tal comun di Londre. Stranamentri, a si jere sentâts e no si jere inpins cuant che o si sin dite in nestri Yes I do. Daspó, o no mi visi plui. Si, a é inglês, a é plui biele che dutis chês che o ai maridât fin cumó,chel o lu sai, sinó, no mi sarès maridât pe tiarce vôlte. Va ben, a é plui grande di me e forsit par chel devant dal lord Maire a si jere sentâts. no sai se cheste a jere une idee sô o mê, e forsit a no é grande che cuant chi o soi ponet tant che jê e sta inpins. Tar chest câs, o jê e sta simpri inmpins o ben o soi jo ch'o soi simpri ponet. Dutcâs, se o stin ponets ducj e doi, o soi jo il plui âlt, jê al u à notât a pene sveâde vuê di buinore. Forsit jê no lu sa, ma di buinore o ai simpri alc che mi sponte jenfri lis gjambis cence nissue reson e tant che o duar, O ai cirût di dial ma jê a pene sveade e a crôt che al sedi un cono gjelato e a mi taiât le peraule. Po se a si sente parsôre come par scusâsi di vê mâl capît e a tache a vaî, folc ti trai, ce sucedial? No stâit a dîmi ch'al é un insium...

Zitti, mi sono sposato! No, per me niente Papete e niente aereo alle tre di notte col viaggio di nozze a Frisco come per Andrea in un blog vicino. Per me solo la notte perché durante il giorno sono troppo occupato. Fin'ora, ne io ne lei, non troviamo niente da ridire su questo regime. Lei mi é simpaticissima. Me la son trovata nel letto come in un sogno. Nei sogni tutto va sempre liscio e allora tutto dovrebbe andar bene anche con lei. Niente regole, niente religione, niente convenzioni e galatei. Si fanno le cose solo perché si vuole farle e basta. Abbiamo solo voglia di conoscerci meglio per via che ci siamo sposati promettendoci di farlo.Come? Mah, forse per via della grande voglia di fare esperimenti che ho sempre avuto mi son detto che sposarmi prima di far conoscenza, non poteva essere peggio.
Bisognerà che le chieda come é successo.Comunque, non ho avuto nessuna angoscia prima di dire il mio yes davanti al lord maire del comune di Londra. Poi non mi ricordo più.Si, lei é inglese.Bella e intelligente.Altrimenti non mi sarei sposato per la terza volta.Forse  é anche più alta di me. Per questo eravamo seduti al municipio. Di chi era questa idea non lo so. Forse non é neanche vero che sia più alta, perché fin'ora ho notato questo solo quando era in piedi ed io ero disteso sul letto. Che sia perché lei é sempre inpiedi ed io sempre coricato? Direte voi. In ogni caso, se stiamo fianco a fianco nel letto, sono io il più alto. Lo ha notato appena ci siamo svegliati stamane. Forse lei non lo sa, ma ogni mattino ho qualcosa che mi spunta tra le gambe senza nessun motivo mentre dormo. Ho cercato di dirle il perché ma lei appena mi son svegliato m'ha tagliato la parola credendo si trattasse di un cono gelato. Poi s'é seduta sopra come per scusarsi di aver mal capito ed ha incominciato a piangere. Dio, cosa succede? Non sarà mica un sogno, vero?

8 commenti:

patrizia ha detto...

jaio sveiti
e jè ore di là a vore.

maman

p.

frank spada ha detto...

E jò che eri pront a congratulami... Jaio, ma tant canae sestu, che pur imaginand tu ses simpri original?

frank spada ha detto...

O ai pene metut il vogli a cjase so, a Brussels, incantat!
Puedio meti il link sul Cannocchiale http://blog.robinedizioni.it/il-cannocchiale-a-rovescio#c002870 a preseà un Jaio pardabon Furlan? O torni chì doman par leilu e dopo: tic-tac-fat!
Mandi

frank spada ha detto...

A un furlan forest, par vie che no l'è un marilenghe, no i displasares viodi segnalat cà di lui, sior Jaio, il blog "Il Cannocchiale a rovescio" di Frank Spada http://blog.robinedizioni.it/frank-spada
Dut cas, mandi.

frank spada ha detto...

Oops, un cannocchiale a rovescio! Dovrei vedermici dentro poiché il guardone é guardato, ma non mi vedo. Rivolto l’aggeggio e tutto quello che vedo é la punta dei miei piedi che di soppiatto escono dal cuadro.Chissà se torneranno?
Ciao

scritto da Jaio · 25 giugno 2010, 19:03 · #

Ricevuto il benestare, segnalo con piacere il sito di un “emigrante” friulano di valore, pittore, scultore e molto di più, come potrete vedere qui link test – Sommartis’ Studio – Boulevard Lambermont 127 – Brussels.
Dalle nostre parti lo conosciamo anche come “Jaio il Furlanar” – questo il suo blog link test
Quando si dice che l’emigrazione, in questo caso quella friulana, storicamente numerosa in tutto il mondo, arricchisce ancora la madre patria terra di confine e la sua gente, rinnovando all’estero idee, tradizioni, e l’amore per la “mari lenghe” (tradotta anche in italiano, inglese, francese etc.)

scritto da frank spada · 26 giugno 2010, 08:47 · #

frank spada ha detto...

Cumò tu ses ancje chì - Riaprire il fuoco - Mandi. http://www.riaprireilfuoco.org/blog/index.php?p=354#comment-18333
Comment from frank spada
Time: 26 Giugno, 2010, 9:56 am

Di off-topic, certamente, ma ancora di emigranti, promuovendo, in questo caso, un “emigrante” friulano di valore, pittore, scultore e molto di più, come potrete vedere qui http://www.sommarti.com/ – Sommartis’ Studio – Boulevard Lambermont 127 – Brussels.
Dalle nostre parti lo conosciamo anche come “Jaio il Furlanar”
Quando si dice che l’emigrazione, in questo caso quella friulana, storicamente numerosa in tutto il mondo, arricchisce ancora la madre patria terra di confine e la sua gente, rinnovando all’estero idee, tradizioni, e l’amore per la “mari lenghe” (tradotta anche in italiano, inglese, francese etc.)

Thanks for your comment! It has been placed in the moderation queue, and if it is approved it will be published here soon!

Anonimo ha detto...

Auguri!
Chapù

Jaio Furlanâr ha detto...

Chapu, non hai letto:-)