I miei Video clips furlans

Loading...

12 ott 2010

Felicitât, Glück, Bonheur, Happyness, Felicidad

Le peraule taliane felice in furlan a no esist. Dutcâs nissun le dopre parcé che i furlans a si vergognin di doprâle.No isal chest une robe lancurôse?
Par sei felice a tu scuens dîlu par talian si no a tu restis lancurôs o al massim feliç. Ma ce ise cheste peraule? Vegnie fûr de gnove grafie? Si, ma cui le doprie chê? Chei che a scrivin? Ma se a si lei ce che a contin, no si pues dî che a sedin plui fortunâts tal scrivi che tal fevelâ. Chei altris a crodin che fevelant talian a saran plui contents ma setics come che son, puarins, no rivin a doprâle  nancje par talian.
E alore? Un grum di lôr alore e an volût provâ a dî feliz in spagnûl come Lamuela , il precursôr de nestre grafie, ma chiste peraule a someave masse a chê furlane. Cussí, de Spagne ae Americhe latine, ancje pai furlans de  Argjentine la felicitât si é dismuelade:-).
E ce dî di chei che an volût provâ a fâ i inteletuâi cul bonheur francês? Nuie, cemût fâ par vê i vôi lusints di contentece e le bocje da ridi disint che a son heureux? Joi, ce peraule! No si sà nancje pronunçâle cence scugni fâ une bocje come un cûl di gjaline. Provait a dî heureux cu la erre gutturâl, mo. A no rivais nancje a fâ le bocje da ridi!
Alore tornant indaûr a 'nd é di chei che si son fermâts in Gjermanie. Li a podevin sei glücklich o fröhlich dome cuant che a jerin cjocs Pal rest, nomenâ chestis peraulis a ur someave di nomenâ il non di diu in van, di blestemâ... Di dî peraulatis, e alore ...arbeit e vonde! Guai di guai se tu ridis o fâs il mone. Dome arbeit.

Ce fâ? Lâ vie in Americhe par sei happy?
-Joi cji prei, no sta a lâ aventi là encja tu, disse agne Lene ae ore dal té cule  Gjildine.
 Po a mi zonte: Al bisugna contentâsi di ce ch'a si à. L'America a é achi. Ator di te. No sta crodi massa ai prêdis che cji disin che tu âs di volê bon a di chei altris plui che a te stes cuant che invezit a tu âs di fâ il contrari.
  • Grant e gros como ch'a tu sês a tu âs di crodi in te. Di amâcji e rispietâcji cence sintîcji colpevul come che a fasin tancj. No sta a massedâ massa tal cjâf i pecjâts che tu âs fat cui pecjâts che a tu varès vût di fâ. Il plui impuartant al é ce che a tu fâs cumó, subit, doman e passant, ogni dí.
  • E lassa stâ chê ostia di television e chei sacrabolts di gjornâi ch'a son simpri plens di dismonta-cernêi. Ce cji covential a ti di savê ducj i fastidis ch'andé tal mont? No setu content cuant ch'a tu vens sù da me? Achi una sbitiada di gjalina a no cji costa nuia, ce atu di lâ a fâ in França che alà no san nencja ce ch'a é la polenta?
  • Bisugna contentâsi di ce ch'a si à e s'a tu stâs atent a tu viodarâs ch'andé plen di piçulas rôbas ator di te ch'a son prontas a dâcji un plasê.E ce atu di lâ a fâ in America, mo? A fuarça di volê simpri plui bêz a no tu cjatas plui nencja il timp di spindiu. Ho !


    -Note: Vuê le piçule rôbe che mi é plasude di plui a é chê di scrivi in cjargnel cence sei obleât di lâ daûr de grafie :-)


    In friulano, la parola italiana felice non esiste e se si usa, si usa poco e lo si dice in italiano, come se dirlo in friulano nessuno ci credesse oppure non fosse possibile di essere felici.
    Se Lenin fosse arrivato fino in Friuli avrebbe dovuto mandare tutti i friulani in Siberia perché sarebbe stato impossibile di obbligarli ad essere felici come lui voleva fare quando diceva: « Costringeremo il genero umano ad essere felici, costi quel che costi »
    Ma come fare per essere felici senza Lenin?
    Secondo Wikihow, nessuno puó essere felice continuamente e poi dipende anche dalle persone. Ci sono gli ottimisti ed i pessimisti, come nelle razze canine, (Studio recente fatto in Inghilterra) il 50 per cento é gaio e facilmente di buon umore mentre l'altra metà se potesse ridere non riderebbe mai. Quello che si sà é che comunque non dipende dai beni materiali. Ognuno puó a sua volta essere provvisoriamente felice ma poi ricade nella linea di base. Si pensa che sia piuttosto una questione genetica e che questo dipenda dal modo in cui si pensa. Un pó come il bicchiere riempito a metà che per l'ottimista e mezzo pieno mentre per il pessimista é mezzo vuoto.
    Allora cosa hanno i friulani che non sanno essere felici? Che sia genetico?
    Chi capisce l'inglese e vuole diventare felice deve andare su Wikihow e di sicuro troverà una ricetta anche per lui.

5 commenti:

Miss Welby ha detto...

e vabbe', bisognerà attendere la traduzione in italiano, comunque nel frattempo volevo dirti che adesso posso consultarti più frequentemente in quanto col nuovo browser Google Chrome non ho problemi di segnalazione virus nel tuo blog che invece avevo con Mozilla Firefox.
così tanto per consigliare ai tuoi frequentatori che avessere avuto lo stesso problema e che non vogliono usare Microsoft IE di provare Google Chrome

Michael Olivia ha detto...

Hi,
I would like to thank you for the efforts you have made for this blog. I Really like this..
I have added your blog to My Blog Roll at http://satellitesnews.blogspot.com. So would you put my blog too; our visitors can get relative and useful information form your site.
I will hope you would add my blog.
Thanks

Jaio Furlanâr ha detto...

Hi Michael,
You'r already linked:-)

Jaio Furlanâr ha detto...

Miss, with all the languages that you speak I thought that frioulianwas very easy for you. In any case, you can perfect it here.
...Yes I know, to learn faster is better to do it on the pillow but my bed is always too busy, so, I will translate it:-)

frank spada ha detto...

Yes, yes, Jaio, but be carefull to write your comments in right place, here
http://blog.robinedizioni.it/il-cannocchiale-a-rovescio-2
please.
Good night and... no scotland, but he was a irish man!