I miei Video clips furlans

Loading...

12 dic 2010

Manichins / Manichini

Tant chi mateavi cul pinel sule ponte di une tete par cuvierzilu di une piel di zès, Natasha mi veve domandât se al mi ecitave e a someave  di no crodimi cuant chi ai dite di no. Di fat, cuant chi lavori o pensi al lavôr. Daspó, no jere une mule di chês che fasin lâ sù il termometro.
Rochas, come un grum di stiliscj, a fasin vignî i lôrs modei de Russie indulà che an cjatât un cjanton plen di  mulis cu lis gjambis plui lungnis dal mont. Chiste achi, al stilist Olivier Theyskens a i plaseve parcé che cuant che a cjaminave a lave indenant cul bust inclinât viers il daûr cule spâle zirande sule diestre.
Alore, al voleve propite vê il so cuarp esatamentri come che al crodeve di viodilu. Par chel o i vevi proponût di cjapâ il stamp cul zès. Ma cuant chi lui ai montât, no si podeve fâ un manichin parcé che, lis tetis no jeris avonde grandis, a no jerin simetrichis, I vuès a si viodevin masse e ancje chei a no jerin compagns a diestre e a çampe. Lis gjambis stuartutis che a si viodin inmó, lis vevi bielzà dreçadis un tichinin achi in te foto prime di mandâie a Parigji. Finalmentri, dopo 5 mês di drece e stuarç e cualchi viaç da Parigji a Bruxelles, o sin colâts dacuardi e o vin fat il stamp par stampâ i prins manichins.

Per fare un manichino, si fa il modello con l'argilla, poi lo si copre di gesso per averne lo stampo. Nello stampo, si mette col pennello una mano di vetro liquido, vale a dire di silicato, che impedisce al gesso di far presa su un'altro gesso. Cosí, poi si riempie lo stampo di gesso e per togliere il modello, si rompe lo stampo. Il modello viene poi rifinito nei minimi particolari prima di essere tagliato a pezzi per poter fare gli stampi in vetroresina e silicone delle mani, delle braccia, del busto, della testa e delle gambe separatamente. A questo punto, si puó incominciare la produzione di piccole serie di manichini che alle volte si ferma dopo qualche decina, per gli stilisti, o qualche centinaio, per i distributori di prêt-à-porter, o qualche migliaio per i negozi.
Volontariamente, ho scielto di dedicarmi solo ai modelli fatti sù misura ed i miei clienti sono, sia delle fabbriche di manichini, sia degli stilisti, sia dei privati, ma anche l'industria cinematografica, gli studi TV, i  teatri, gli architetti, ecc.Per far scendere il prezzo nella prima tappa della scultura, si prende invece un buon modello vivente e lo si copre di gesso. I difetti, verranno poi corretti per avere le forme e la posizione che si vuole ottenere. Col primo modello, se ne puó fare cento altri in posizioni differenti senza aver più bisogno del modello vivente.Il modello in gesso nella foto é quello di Natasha, la ragazza più amata da Olivier Theyskens, lo stilista che ha voluto farne dei manichini per le vetrine di Rochas.

1 commento:

DoneBete ha detto...

Ma ce biel leiti cuant che tu contis dal to lavôr! Soi lade a cirì notiziis su Olivier Theyskens e Natasha parcè no savevi nie di lôr. Il mont da la mode mi à simpri interessât ma ultimementri soi mancul informade di agns fa.