I miei Video clips furlans

Loading...

15 mar 2011

Sâl o sucar ? / Sale o zucchero? / Salt or sugar? / Sel ou sucre?



Tant che lui al cjacarave ae so femine, jo o  massedavi il gno café e o cjalavi il gno vicin sdarnâ jù sâl cence misure tes sôs patatis fritis. Plui lui al spacave jù sâl e plui jó o massedavi il café. Ae prime bocjade o spietavi ch'al fasès une smorfie di disgust ma le smorfie le ai fate jo parcé che par cjalâlu o vevi dismenteât di meti il sugar tal café. Le sô femine che mi cjalave a si jere mitude a ridi tant che il so om preocupât, al cjalave insospetît  lis patatis che di sigûr al cjatave inmó masse sucaradis tant che jo, preocupât o mi domandavi se il so sâl a nol fos rivât in te mê tace cule imagjinazion.

Stava parlando a sua moglie ed io guardavo la sua mano scuotere la saliera sul piatto di patatine fritte, mentre misciavo il mio caffé .Più lui scuoteva sale e più io misciavo il caffé. Quando infine era arrivato di sicuro ad avere il sale con patatine frittte che desiderava mi aspettavo a un bella smorfia di disgusto ed infatti sputai fuori il caffé con ribrezzo perché avevo certo misciato bene e a lungo ma avevo dimenticato di metter lo zucchero per guardare lui: Il mio vicino di tavolo.
Sua moglie mi guardava divertita mentre suo marito, dopo il primo boccone, si mise di nuovo a scuotere la saliera guardando con sospetto le patatine che verosimilmente dovevano essere ancora troppo zuccherate. Io invece mi chiedevo se con la mia immaginazione il sale del vicino non fosse arrivato nella tazza del mio caffé.



Pendant que je melangeais mon café, je regardais mon voisin se verser du sel sur ses frites en parlant à sa femme. Plus il en ajoutait et plus je mélangeais. À sa première bouchée, Je m'attendais a une grimace de dégoût et en effet ,je crachai mon café dégoûté. J'avais certes bien mélangé mon café mais j'avais oublié de mettre le sucre. Sa femme qui me regardait se mit à rire. Son homme par contre, se mit à ajouter du sel en regardant avec méfiance ses frites qui vraisemblablement étaient encore trop sucrées. Tout comme moi je regardais mon café car vraisemblablement il était trop salé.



While I was mixing my coffe I was looking my neighbour who was salting his fried potatoes without taking care because he was talking with his wife in the same time. The more he was putting salt and the more I was mixing.I was waiting from him a grimace for his first swallow but I got a grimace from my self because if I mixed my coffe very carrefully I didn't put sugar inside. His wife who was looking at me she was laughing while his husband suspicious was looking his fried potatoes like if they were still too sweet and I was looking my coffe like if it was too salt:-)

12 commenti:

Jaio Furlanâr ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Jaio Furlanâr ha detto...

No sai parcé, da cuatri cinq mês o ai blogarins indians, cinês, rùs e altris che mi vegnin a fâ compliments pal gno blog ogni dí e a mi linkin tal lôr. No sai ce che chescj blogarins a cirin di fâ ma al é evident che a cirin juste di vê visitis ancje se nissun al capis le lôr lenghe.O i 'nd ai zontâts doi o trê achi in bande ma no ai voie di fâ plui di cussí.L'ûltin al jere chel di une mule che mi mande un mail in inglês lunc une pagjine e che si firme Tina par invidâmi a zontâ ancje il so blog che si clame mondemerda,blogspot.com dome che no lu ai zontât parcé chi soi cuintri i coltivadôrs dal brut e cuintri i impostôrs (Al jere un mul e no une mule).

Jaio Furlanâr ha detto...

Cussiché, o ai scancelât chel cinês parcé che da cuant che al é vignût vuê di buinore, o ricevevi un messagjo da google che mi diseve che il gno blog al jere periculôs. Come che tal gno sito, pal moment o ai le stesse robe, o mi domandi cui che al mi ûl tant bon par fâmi cagâ.Semai, o vês il stès messagjo, scusaitmi, ma no soi responsabil.

Jaio Furlanâr ha detto...

Since this morning I start to receive google alerts after a "chinese" from Washington came in my blog to invite me to go to visit him, I cancelled his comment and no other kind of messages like this will be publish any more.

Jaio Furlanâr ha detto...

Dopo aver ricevuto un commento da un americano di Washington con pelle gialla che mi invitava a visitare il suo blog, ho incominciato a ricevere messaggi di allerta da Google. Ho allora cancellato il commento. Semmai ricevete un messaggio da google anche voi, vi prego si farmelo sapere via mail o via blog. Grazie
Inoltre, non so perché, da stamattina ho ricevuto dieci volte più visite del solito.

frank spada ha detto...

Ben, chì o soi jo, duncje nie pore Jaio e, par essi clar e provocatori, mi baste copiaincollà par talian. Mandi
Perché il Governo non convoca d’urgenza il Parlamento a Camere riunite, presentando una proposta approvabile da TUTTI (maggioranza e opposizione), che Napolitano, forse, sottoscriverebbe
subito? – Il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia sia simbolicamente dedicato al Giappone, all’Umanità intera, presente e futura (si spera), che comprende anche i 1089 garibaldini che fecero l’Italia, e tutto il resto in Uno! – nessuno stop ai festeggiamenti tricolori già in programma, provvedimento legge a costo zero e forse qualche riconoscimento per una nazione ridotta a… ah, se fossi il direttore di un quotidiano di Milano, Roma, Torino o di…

Miss Welby ha detto...

non ha niente a che fare con alcun cinese: ti avevo già segnalato tempo fa che l'antivirus AVG che ho sui browser Firefox e Chrome mi blocca il tuo sito, per cui lo posso visitare solo lanciando lo stupido Microsoft IE, e ti avevo consigliato di controllare cos'hai nella barra laterale, provando a togliere e rimettere ogni singolo elemento (e poi ogni volta pazientemente ricaricare la tua pagina con Firefox o Chrome, non MS IE).

mi rispondesti irridendo che Google è troppo rigido contro i virus, ma come vedi c'è poco da ridere, e adesso non solo il tuo blog è inaccessibile dal 50% di visitatori che non usano Microsoft, ma per di più chi ha un antivirus AVG non ha riceve più traffico per il semplice fatto di averti linkato. Cioè anche chi vuole vedere per esempio "Miss Welby" si trova un brutto messaggio che dice che "Miss Welby" è stato infettato da "Furlanar". Il che sappiamo non essere stato intenzionale, ma intanto ho dovuto toglierti il link e - indovina un po'? - sono subito tornata accessibile.

Ti ripeto, sperando questa volta di essere presa seriamente, di fare due semplici cose:

1. togli uno per volta ogni singolo elemento dalla barra laterale (salvando in un file di testo il codice HTML) allo scopo di scoprire il "colpevole", poi reinserisci gli "innocenti".

2. fai tutto ciò usando Firefox o Chrome con l'antivirus AVG, tutta roba gratis.

e fai presto, non vedo l'ora di reintegrarti nel mio blogroll

Jaio Furlanâr ha detto...

Verosimilmente, non é il blog che é infettato ma due pagine nel mio sito Sommarti.com dove c'é un link che va al blog. Ho annullato tutti i link che vanno dal blog al sito, ma fin'ora senza nessun esito.
Potrebbe essere che finché Google no reesamina il blog, l'allerta rimarrà tale e quale.Eppoi chissà quanti link ci sono ancora verso il mio sito poiché potrebbero essere menzionati sia nei post che nei commenti. Nel sito, dovrei ripubblicare tutte le pagine in modo che se un hacker s'é introdotto sarà eliminato ma per il momento non ho accesso perché quel figlio-di mi deve aver contaminato il programma che ho per pubblicare le pagine (Mi blocca il computer appena lo apro. Cercheró di ripubblicare attraverso un altro computer perché non posso far attendere i miei clienti.

Jaio Furlanâr ha detto...

Ringrazio Miss Welby per l'aiuto e i consigli e mi scuso con lei se sembro di averla presa alla leggera, non era la mia intenzione. Provvedo dunque ad eliminare questo inconveniente che secondo google,proviene dal mio sito che infetta il blog.Comunquessia, torneró solo se sano appena avró eliminato questo problema.
Nel frattempo, buona festa se i 150 anni dell'Italia hanno importanza per voi.

Jaio Furlanâr ha detto...

Grazie Missy e Grazie Frank per il vostro supporto. Le noie vengono dal mio sito Sommarti.com qualcuno é entrato dentro e mi obbliga a mettere il sito in quarantena in attesa di ripulirlo. Nel frattempo sospendo anche il blog finché tutto tornerà normale.

Anonimo ha detto...

mandi Jaiò, come va il trasloco?
io preferisco il sale sulle pietanze...però non bisognerebbe abusare nè dello zucchero nè del sale :-)
il gufo l'ho visto anche io!;-))

a presto
cappucine

Jaio Furlanâr ha detto...

Ciao Capucine,
M'é arrivato un ordine importante che mi occuperà fine alla fine di giugno.
Ma tutto é già pronto. Ci vediamo alla villa Carlotta:-)